• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, De Laurentiis: "Roma? Lunga scaramanzia. Su Higuain decide Benitez"

Napoli, De Laurentiis: "Roma? Lunga scaramanzia. Su Higuain decide Benitez"

Il presidente azzurro ha twittato con i propri followers sul popolare social network


Aurelio De Laurentiis (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

16/10/2013 15:19

NAPOLI ROMA DE LAURENTIIS / ROMA - Due giorni alla super-sfida dell''Olimpico' tra Roma e Napoli. Sulle tribune dello stadio capitolino non ci sarà però il presidente azzurro, Aurelio De Laurentiis: "La guarderò a casa mia, a Los Angeles, con mio figlio Luigi e mia moglie - ha postato il numero uno dei partenopei su Twitter - E' una lunga, unica, scaramanzia. I giorni d'attesa sono troppi e la sofferenza dell'attesa si comincia a far sentire. Higuain? Il 'Pipita' e Albiol stanno recuperando da piccoli infortuni e, quando deciderà Benitez con i medici, scenderanno in campo".

ROSA E SCUDETTO - Quale giocatore mi eccita di più? L'Intera squadra. Callejon? E' un grandissimo valore aggiunto per il Napoli. Zapata? Duvan è molto giovane, si è ambientato molto bene. Mi piace la fiducia che Benitez gli ha dato. Inler? Mai avuto dubbi su Gokhan. Reina è stato una sorpresa. La miglior prestazione? Parlando di quest'anno la partita col Borussia Dortmund, vice-campione d'Europa. Chi temo per lo scudetto? Sono assolutamente temibili la Roma, l'Inter, la Fiorentina oltre, naturalmente, alla Juventus".

STADIO - "Sullo stadio abbiamo aperto un tavolo col comune per verificare la volontà da parte delle autorità di venderci il 'San Paolo'. Se però s'intestardisse a non percorrere questa strada obbligata dalla legge, saremo costretti ad andare altrove. Del resto la nuova legge sugli stadi costringerà De Magistris ad alienare il 'San Paolo'. Caserta? Nessun disagio. Sarebbe raggiungibile in 20 minuti evitando anche ingorghi cittadini".

PAPA FRANCESCO - "Mi ha spiazzato completamente. E' il più grande comunicatore di sempre. Per il momento lo invito ufficialmente al 'San Paolo' quando avrà un attimo. Spero in occasione di Napoli-Juventus o Napoli-Arsenal".

INSIGNE - "La prestazione di Insigne in Nazionale? Di natura sono generoso e poiché il 1^ gol nasce da una intelligenza costruita da Lorenzo, ho capito che era un grandissimo regista. Un esempio per i compagni che lo hanno abbracciato quando Florenzi ha segnato. A quel punto, anch'io desideravo che restasse in campo".

PROPOSTE - "Perché le mie proposte trovano resistenze? Perché da quando nel 96 i clubs sono diventati società per azioni con finalità di lucro, non si è aperto un tavolo con FIGC. Per modificare quanto va cambiato. All'epoca i presidenti della FIGC vedevano la propria carica unicamente come politica. Oggi abbiamo una persona colta e preparata come Abete, spero si creino le condizioni per adeguare il calcio ai tempi moderni".

MORATTI - "Se mi mancherà Moratti? La sua uscita di scena creerebbe in tutti noi un sentimento di tristezza. Ma mantenendo il 30% la sua presenza territoriale, sono certo, si farà sentire".




Commenta con Facebook