• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Mercato, Trapattoni: "Torno presto in pista". E da' consigli su Conte e Pirlo

Mercato, Trapattoni: "Torno presto in pista". E da' consigli su Conte e Pirlo

L'ex commissario tecnico dell'Irlanda ha parlato dei suoi prossimi obiettivi in carriera


Giovanni Trapattoni (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

13/10/2013 09:13

CALCIOMERCATO ITALIA TRAPATTONI FUTURO CONTE PIRLO / TORINO - Giovanni Trapattoni, ex commissario tecnico dell'Irlanda, ha rilasciato un'intervista a 'Tuttosport'. Queste le sue parole:

FUTURO - "Il Galatasaray? Poteva essere un’opzione, ma la verità è che non volevo giocare contro la Juventus. Non nascondo che sono in corso dei contatti con alcune realtà interessanti. Mi viene in mente il calcio in Australia e Russia, che comunque si è evoluto. Mi intriga l’Africa, un territorio naif. In passato c’erano già state delle possibilità in questa direzione. Mi rivedrete presto in pista: qualcosa di nuovo c’è sempre".

FUTURO CONTE - "Ha acquisito una certa esperienza, perché allena dove ha giocato per tanti anni ed è più tutelato. La Juve è tradizionalmente soggetta a una critica mondiale, ma Torino è una città che sa chiudersi, sa dare protezione e pure contenere le delusioni, il che può facilitare le cose. Ha carattere, solidità, è già vaccinato. Non ha bisogno di ulteriori elogi: sa che il suo compito è raggiungere certi risultati, e poi riconfermarsi, e ancora riconfermarsi. Mi sento di dargli un consiglio: più riuscirà a non lasciarsi ingolosire dal fascino di un campionato diverso, meglio sarà. Anch’io ho ricevuto le lusinghe di club sia italiani che stranieri, ma ho preferito rimandare tutto. Ho allenato tante Juventus differenti, ma ho sempre pensato che più confermi il tuo valore, più ti consolidi, meglio è. Poi, è vero, ho girato per quattro Paesi e ho vinto".

FUTURO PIRLO - "Beh, io penso che non bisognerebbe mai perdere un calciatore di quel livello. Ma la cosa più importante è che ci sia chiarezza tra le parti. Penso anche a com’è finita con Del Piero. Certo, se Pirlo rimanesse alla Juve sarei ben contento. Ma se fosse lui a dire di voler andare via, il discorso cambierebbe. L’importante è la chiarezza, anche per evitare polemiche".

TEVEZ e LLORENTE - "Tevez ha una grande esperienza internazionale, ha carattere, è un vincente che si cala in una realtà altrettanto vincente. Ma soprattutto gioca col cuore, non ci sta a perdere. Ho notato anch’io che quando subisce una scorrettezza dagli avversari, non protesta: è questione di mentalità, lui non si fa mai prendere dall’assuefazione al fallo. È un uomo saggio. Llorente? Lo spagnolo è stato preso in funzione delle rotazioni in attacco. È una punta un po’ atipica, un centravanti in grado di far gol. Non è Messi, però la squadra deve sostenerlo".




Commenta con Facebook