• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lega PRO > Pavia, Degeri: "Vi racconto il mio malore. Conte, che bella telefonata!"

Pavia, Degeri: "Vi racconto il mio malore. Conte, che bella telefonata!"

Il giovane centrocampista si e' sentito male dopo un contrasto in amichevole con Padoin


Antonio Conte (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

12/10/2013 21:45

PAVIA DEGERI MALORE JUVENTUS CONTE PADOIN / ROMA - L'amichevole Juventus-Pavia ha fatto scalpore per quanto accaduto in campo al giovane Lorenzo Degeri, centrocampista che ha accusato un malore dopo un contrasto con Simone Padoin. Dopo la perdita dei sensi Degeri sta meglio, e a 'La Gazzetta dello Sport' racconta l'incidente: "Dovevo per forza entrare in quel modo su Padoin. Ho cercato di allontanare il pallone, poi non ricordo altro. La prima immagine successiva è l'ambulanza: non sapevo neanche perché fossi lì, me l'hanno spiegato i medici. A parte il bernoccolo, però, stavo bene. Volevo fare subito due passi in ospedale, ma i medici hanno preferito di no. Mi sono reso conto che fa più pubblicità un simile episodio di una doppietta in una finale... avrei preferito finire in prima pagina per le mie prestazioni sportive, ma questo incidente mi ha fatto sentire vicini amici e parenti".

CONTE - "Mi ha fatto più piacere di tutte la telefonata di Antonio Conte. Mi ha detto di essersi spaventato molto e mi ha chiesto quando sarei tornato in campo. Spero la prossima settimana: ho riposato, da martedì vorrei tornare gradualmente ad allenarmi, per non perdere nulla fisicamente".

DEGERI E LUSSARDI - Un episodio che ricorda lo svenimento di Andrea Lussardi in Mantova-Pavia: "Sì, ma ci sono delle differenze. Io ho preso una botta, lui è svenuto senza motivo. Gli esami sono sempre negativi, eppure è svenuto di nuovo negli spogliatoi poche settimane fa. Non so se e quando tornerà a giocare, merita un grosso in bocca al lupo".

PIRLO - "Pirlo è il mio idolo: mi ispiro a lui davanti alla difesa, anche se posso giocare in ogni ruolo del centrocampo".




Commenta con Facebook