• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Cesare Maldini su Balotelli, Prandelli, Osvaldo e Totti

Cesare Maldini su Balotelli, Prandelli, Osvaldo e Totti

L'ex citti' dell'Italia e' intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Balotelli e Prandelli (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

12/10/2013 17:00

NAZIONALE ESCLUSIVO MALDINI BALOTELLI PRANDELLI TOTTI / MILANO - L'Italia, grazie anche ad un pizzico di fortuna, esce indenne dal catino di Copenaghen. Con il pass per Brasile 2014 già in tasca, la selezione di Prandelli ha offerto una prova decisamente incolore davanti ad una Danimarca assetata di punti e trascinata da un redivivo Bendtner. L'imbattibilità nel girone di qualificazione è salva, però il cittì azzurro avrà ancora di che lavorare in vista del prossimo Mondiale. Per analizzare il match in terra scandinava e non solo, la redazione di Calciomercato.it ha contattato in esclusiva Cesare Maldini, commissario tecnico della Nazionale italiana dal 1996 al 1998.

SCHERZETTO AZZURRO - "Non è stata sicuramente una partita spettacolare. All'Italia va dato il merito comunque di averci provato fino alla fine. Il pareggio sta molto stretto ai danesi che, soprattutto nel secondo tempo, hanno messo in grosso affanno il nostro pacchetto arretrato - ha dichiarato Maldini in esclusiva a Calciomercato.it - Stavolta, ricordando l'Europeo del 2004, lo scherzetto glielo abbiamo fatto noi... La qualificazione era già in cassaforte, questa era quasi come un'amichevole: è stata l'occasione giusta per fare degli esperimenti".

OSVALDO PROMOSSO - "Osvaldo ha segnato un gol fantastico, si è mosso bene, ha dato molto fastidio alla retroguardia avversaria. E' un giocatore particolare caratterialmente, però ha dimostrato di poter essere utile alla causa azzurra - ha sottolineato l'ex selezionatore della Nazionale in esclusiva ai nostri microfoni - Anche Thiago Motta non ha demeritato, ha dato geometrie e qualità alla manovra. Mi ha deluso, invece, la difesa: è andata quasi sempre in difficoltà, davanti a degli avversari non certo irresistibili".

FIDUCIA BALOTELLI - "Piano piano Balotelli imparerà a comportarsi nel modo adeguato anche fuori dal rettangolo di gioco. Il talento non si discute, adesso deve essere lui a recepire certi concetti. Ma col tempo, ne sono sicuro, riuscirà a non ripetere più certi errori - ha proseguito Maldini in esclusiva a Calciomercato.it parlando dell'attaccante del Milan - Prandelli è l'uomo giusto per la sua crescita e giustamente ripone grande fiducia nel ragazzo".

CANDIDATURA TOTTI - "Totti è un campione assoluto, a 360 gradi. Anche adesso, a 37 anni, sta giocando in maniera incredibile. Se continuerà a sciorinare certe prestazioni, dimostrando una condizione atletica invidiabile, Prandelli lo porterà sicuramente in Brasile - ha sottolineato l'ex allenatore in esclusiva alla nostra redazione -  Il Commissario Tecnico ha dimostrato di avere le idee molto chiare a proposito. Francesco porterebbe esperienza, carisma e personalità all'interno del gruppo, affiancando sotto questo aspetto altri fuoriclasse del calibro di Buffon e Pirlo".

FUTURO PRANDELLI - "Si parla tanto del futuro di Prandelli, ma credo che tutto si deciderà al termine del Mondiale. Adesso è prematuro fare certi discorsi, si rischia di deconcentrare tutto l'ambiente. A Prandelli forse manca il lavoro quotidiano sul campo, lo 'stress' giornaliero di una squadra di club. Possibile successore? Non faccio nomi, ci sono tanti allenatori capaci in Italia, è una decisione che spetta solamente alla Federazione - ha concluso Maldini ai nostri microfoni - Sicuramente, ci vorrà una figura d'esperienza e con un certo curriculum alle spalle".




Commenta con Facebook