• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Iturbe manda segnali: "In Italia nessuno come i bianconeri"

Calciomercato Juventus, Iturbe manda segnali: "In Italia nessuno come i bianconeri"

Il talentuoso attaccante argentino, di proprieta' del Porto ma in prestito al Verona, parla del suo futuro


A sinistra, Iturbe (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

11/10/2013 09:20

CALCIOMERCATO JUVENTUS ITURBE VERONA PORTO REAL MADRID BARCELLONA / VERONA - E' la rivelazione di questo avvio di stagione in Serie A. Iturbe, di proprietà del Porto ma in prestito al Verona, si racconta in un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport':

VERONA - "Per me è stata determinante la fiducia di allenatore e compagni. È stata la base su cui poggiare i piedi per fare il salto di qualità. È cresciuta mano a mano che chi mi sta intorno vedeva come negli allenamenti mettevo in pratica ciò che mi veniva spiegato. Per Mandorlini è importante che noi esterni d’attacco aiutiamo nella fase difensiva, ma vuole anche che, quando la squadra ha la palla, siamo veloci nell’appoggiare Toni, la punta centrale. Io sono libero di andare dove voglio, quando sviluppiamo l’azione. Parto dalla fascia destra, ma poi, se vedo lo spazio, mi sposto in mezzo al campo sfruttando i movimenti di Toni per puntare verso la porta o servire a lui l’assist come a Bologna".

RUOLO PREFERITO - "Esterno va benissimo. Sono veloce e posso andare sul fondo per il cross o rientrare. Ma posso anche partire più in mezzo".

PORTO - "In Portogallo non giocavo mai".

MESSI - "Lui è unico. Quando ci incontrammo nel 2010, volle sapere chi fossi e mi disse: 'Continua così, sei bravo'. Ma non c’è stato nessun altro contatto tra noi. Né allora, né dopo. Io non gioco pensando a cosa farebbe Messi al mio posto o se quello che faccio potrebbe somigliare al suo calcio. Chi è più forte tra lui e Ronaldo? Sono uguali".

FUTURO - "Per uno con le mie caratteristiche, Spagna e Italia sono i campionati migliori. Real Madrid e Barcellona sono davvero alla pari. In Italia, tra Milan e Juventus scelgo i bianconeri: la Juve è la Juve".

CLICCA QUI PER LEGGERE L'INTERVISTA ESCLUSIVA ALL'INTERMEDIARIO CHE HA PORTATO ITURBE A VERONA.




Commenta con Facebook