Breaking News
© Getty Images

Italia-Spagna, Giaccherini: "Per vincere ci voleva tanto cuore"

Il centrocampista azzurro: "Partita preparata al minimo dettaglio"

ITALIA SPAGNA GIACCHERINI EURO 2016/ PARIGI (Francia) - Emanuele Giaccherini è intervenuto ai microfoni di 'Sky Sport' al termine del match che ha visto l'Italia eliminare la Spagna da Euro 2016: "Abbiamo preparato la partita al minimo dettaglio, Conte ci ha dato le nozioni giuste per affrontare al meglio una delle squadre più forti del mondo. Io oggi ho fatto il discorso alla squadra prima della partita, dicendo che per vincere non bastava la tattica ma tanto cuore. Abbiamo sofferto la Spagna nel secondo tempo quando ci siamo abbassati, hanno tante individualità forti, ma noi abbiamo avuto tante occasioni e potevamo chiuderla prima. Siao un gruppo, ognuno fa il suo".

NESSUNO COME BUFFON - "Partita bellissima, abbiamo meritato di vincere - ha poi dichiarato Giaccherini a 'Rai Sport' - Partite sfavoriti ci ha dato più energia? Queste sono partite secche dove può succedere di tutto, oggi abbiamo fatto una prestazione importante, perché contro squadre come la Spagna solo se giochi così riesci a vincere. Abbiamo fatto un buon primo tempo, poi son venuti fuori loro con i campioni che hanno. Abbiamo sofferto, tenuto duro e poi chiuso la gara. Buffon? E' ancora il più forte al mondo, credo che qualche tiro non si possa non concedere alla Spagna."

S.F.

 

Italia  
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Il ct Ventura e Oriali sugli spalti per Nizza-Psg
Italia   Roma  
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Il ct ha chiamato per il raduno di Coverciano i giocatori emergenti del momento
Italia   Genoa  
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Il 25enne difensore napoletano rischia 6 anni di squalifica più la preclusione e un'ammenda di 20 mila euro.