• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Palermo, Zamparini: "Fare il presidente e' diventato impossibile"

Palermo, Zamparini: "Fare il presidente e' diventato impossibile"

Queste le parole del patron rosanero circa la delicata situazione in Italia


Maurizio Zamparini (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

09/10/2013 15:22

PALERMO CALCIO SERIE B SERIE A ULTRAS / NAPOLI- Il rapporto tra il mondo ultras ed il calcio è quanto mai di attualità nel sistema italiano. A tal proposito Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, è intervenuto ai microfoni di 'Radio Kiss Kiss Napoli' per rilasciare alcune dichiarazioni. Ecco le sue parole: I problemi che ha il nostro Paese in questo momento sono gravissimi e non si trovano soluzioni. I cretini nel calcio ci sono sempre stati, ma ultimamente invece di punire loro si puniscono le società. Mi da anche fastidio parlarne.

SISTEMA DA CAMBIARE E CULTURA - "Fare il presidente di un club di calcio è diventato impossibile. E' il Paese che è impossibile e che va cambiato. Non è che facendo regole nuove risolviamo il problema. Il problema viene dalla nostra cultura. Ma la cultura viene dall'esempio della nostra classe politica e burocratica. E i nostri giovani da questo punto di vista hanno pessimi esempi. Andate a punire i deficienti, se possibile.

SBAGLIATO PUNIRE I CLUB - "Di cose becere e di insulti stupidi ne ho sempre avuti, ma non è che mi rattristo perché gli stupidi ci sono sempre stati. Ciò che trovo esagerato è punire i club per colpa di stupidi che si comportano in una certa maniera".

MODELLO ESTERO - "Anche quando facevano violenza negli stadi, in Inghilterra oggi hanno risolto il problema perché ti beccano e ti mettono nella cella dello stadio. Anche al Nord ci sono degli stupidi che professano cose altrettanto stupide. Sono un friulano del Nord e sono fratello dei meridionali. All'estero funzionano i regolamenti, da noi no. Noi non siamo ancora un popolo. Bisogna mettersi attorno ad un tavolo e adoperare il buonsenso.

RESPONSABILITA' SOCIETA' - "Assolutamente no. Non credo che il Milan abbiano fomentato quattro stupidi. Le società sono state ricattate in continuazione dal mondo ultras. E i club vorrebbero istituzioni che ponessero rimedio a questi ricatti. A Palermo se venissi ricattato una sola volta andrei via dopo un minuto. Oggi qualche presidente forse viene ancora ricattato ed è anche causa loro perchè non li mandano al diavolo. Non tutti hanno la forza di poterlo fare. Avere un colloquio con i violenti è la cosa più stupida che si possa fare. Oggi Lotito è ancora vittima di un certo colloquio che aveva instaurato Cragnotti nella Lazio e sono malattie che abbiamo coltivato nel calcio ma perché ci sono le istituzioni che lo hanno permesso".

 

 

 

 




Commenta con Facebook