• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Prandelli: "In sette per lo Scudetto ma c'e' una favorita"

Serie A, Prandelli: "In sette per lo Scudetto ma c'e' una favorita"

Il commissario tecnico della Nazionale fa il punto sul campionato



09/10/2013 11:57

SERIE A PRANDELLI NAZIONALE ITALIA SCUDETTO GARCIA BENITEZ HAMSIK / NAPOLI - Cesare Prandelli, commissario tecnico della Nazionale, ha rilasciato una lunga intervista a 'Il Mattino':

SCUDETTO - "Per la gioia di tutti, sono almeno in sette ad essere competitive per lo scudetto. E tra queste metto anche la Lazio e la Fiorentina che sono certo non molleranno così presto. La Juventus è la mia favorita perchè ha l’abitudine a lottare su più fronti, ha un gruppo che si conosce bene e che è stato rafforzato con grande abilità. Poi finora ha pareggiato una sola gara e in casa dell’Inter. Il primo posto della Roma? Merito di Garcia, ha ricostruito un gruppo che era devastato moralmente dalla sconfitta nella finale di Coppa Italia con la Lazio".

ITALIANE IN EUROPA - "Soffrono perché lì ci vuole un pizzico di genialità in più per sopperire al fatto che i club inglesi, tedeschi e spagnoli hanno qualcosa in più. E bisogna riconoscerlo".

ROMA-NAPOLI - "Quanto fa male pensare e sapere che un match di questo tipo debba portare con sé dei timori per l’ordine pubblico. Non mi va di dire se sia giusto o meno anticipare la partita, sono certo che chi ha deciso ha fatto la cosa giusta. Mi amareggia la ragione che è all’origine della decisione. Tutto qui”.

BENITEZ -
"Beh, lui è un vincente, lo è nel Dna e viene in Italia con questa etichetta ben precisa. È uno che vuole vincere, ma che vuole farlo giocando a calcio. E il suo calcio inizia dal rinvio del portiere. Senza dubbio un gran bel Napoli quello che stiamo ammirando in questo inizio di stagione".

ALLENATORI STRANIERI IN ITALIA - "Sono venuti qui senza avere pregiudizi, con la mente libera, distaccati: non hanno ancora avuto il tempo di farsi contaminare dal nostro calcio. E hanno portato una ventata di nuovo che fa bene al nostro campionato. I ragazzi che ho con me sono entusiasti delle loro idee, del loro modo di porsi, della continua ricerca del dialogo e della loro capacità di essere schietti. Ad allenatori così non puoi che dare il benvenuto".

CALCIATORI STRANIERI IN ITALIA - "Questo è un vecchio problema: tanti club preferiscono prendere giocatori all’estero piuttosto che avere la pazienza di valorizzare quelli dei vivai o che vengono dalla serie B. Ma non bisogna criticare. Come mi sarebbe piaciuto avere in Nazionale uno come Marek Hamsik. E' lo straniero più forte che gioca in Italia".

RAZZISMO - "La chiusura dello stadio del Milan è una sconfitta per tutti".

S.D.




Commenta con Facebook