• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > LA MOVIOLA DI CM.IT: Da rosso il pugno di Mexes, regolare la rete di Pozzi

LA MOVIOLA DI CM.IT: Da rosso il pugno di Mexes, regolare la rete di Pozzi

Rocchi non vede la brutta reazione del rossonero. Gervasoni annulla il gol a tempo scaduto


Mexes(Getty Images)
Emiliano Forte

07/10/2013 08:02

MOVIOLA MEXES POZZI  / MILANO – La settima di Serie A è stata una giornata ricca di episodi controversi, a partire dal gesto sconsiderato del milanista Mexes  nel big match tra Juventus e Milan, che Rocchi poteva sanzionare con un rosso diretto e con un penalty in favore dei bianconeri. Poco convincenti anche gli arbitraggi di Gervasoni in Sampdoria-Torino e di De Marco in Parma-Sassuolo; entrambi protagonisti di decisioni quanto meno discutibili.

CHIEVO-ATALANTA 0-1, arbitro Doveri 5,5 – Due gli episodi dubbi: il primo è un tocco con il braccio sinistro dell'atalantino Carmona dopo solo 4 minuti di gioco sugli sviluppi di un fallo laterale. Il secondo è un contatto in area tra il difensore nerazzurro Bellini e Thereau. Soprattutto nel primo caso, Doveri poteva giudicare l'intervento con maggiore severità.

INTER-ROMA 0-3, arbitro Tagliavento 6 – Bene l'arbitro nell'annullare il gol di Ranocchia per il fallo di quest'ultimo su De Sanctis. Così come è ineccepibile il doppio giallo che costa il rosso a Balzaretti. Assolutamente fuori area il fallo di Pereira su Gervinho dal quale nasce il 2-0 su calcio di rigore messo a segno da Totti. Va detto che nel giudicare l'azione Tagliavento è stato indotto all'errore dall'errata segnalazione dell'arbitro di porta Guida.

PARMA-SASSUOLO 3-1, arbitro De Marco 4,5 – Che pasticcio in occasione del calcio di rigore concesso al Sassuolo nelle fasi conclusive del primo tempo. Nell'azione Berardi sfruttando un retropassaggio errato di Gobbi si lancia verso la porta avversaria con Mirante che in uscita atterra l'attaccante neroverde. De Marco vede il fallo ma lascia proseguire per la norma del vantaggio e l'azione sfuma. A quel punto invece di far battere l'angolo, l'arbitro ci ripensa e si consulta con gli assistenti Nasca e Ghiandai che lo inducono a tornare sui suoi passi; niente angolo ma rigore per il Sassuolo più espulsione di Mirante per fallo da ultimo uomo. Decisione che risulterà errata: uno perché il vantaggio si era ormai  concretizzato; due perché il fallo di Mirante avviene fuori area; tre perché Berardi si era spostato verso l'esterno e non si trattava più di chiara occasione da gol.

CATANIA-GENOA 1-1, arbitro Calvarese 6 – Positivo l'operato del direttore di gara e dei suoi assistenti. Giusto annullare i gol prima di Bergessio poi di Gilardino per posizioni di offside prontamente segnalate.

NAPOLI-LIVORNO 4-0, arbitro Bergonzi 6 – Match che non ha creato difficoltà alcuna a Bergonzi complice anche il risultato praticamente mai in bilico.

UDINESE-CAGLIARI 2-0, arbitro Peruzzo 6 – Nessuna situazione complicata da segnalare in una gara ben controllata dal fischietto di Schio.

SAMPDORIA-TORINO 2-2, arbitro Gervasoni 4,5 – Poco comprensibile la decisione di Gervasoni di non concedere il gol a Pozzi sugli sviluppi di una punizione calciata nel recupero del primo tempo. La rete dell'attaccante blucerchiato andava convalidata visto che era nata dal calcio piazzato respinto dal portiere granata. Invece l'arbitro annulla fischiando la fine del primo tempo. Interpretazione sbagliata visto che una volta concesso il calcio di punizione bisognava attendere la conclusione dell'azione prima di chiudere la prima frazione. Non convince a pieno neanche la decisione di assegnare il penalty che ha permesso alla Samp di  agguantare il pari nel finale.

BOLOGNA-HELLAS VERONA 1-4, arbitro Valeri 6 – Gara ben diretta. Unico episodio da rivedere un tocco con il braccio destro di Donati in area gialloblu nei minuti iniziali.

JUVENTUS-MILAN 3-2, arbitro Rocchi 4,5 – Non è una serata felice per l'arbitro che si dimostra impreciso in più occasioni. Nel primo tempo rischia grosso Constant che in area sbilancia Tevez lanciato palla al piede. Rigore non solare ma che ci poteva stare. Nella ripresa Mexes la combina grossa in un duello in area con Chiellini dove prima strattona vistosamente il difensore bianconero poi lo colpisce con un pugno. Episodio da prova tv che poteva essere punito con un calcio di rigore ed il rosso diretto per il rossonero. Cartellino rosso che per Mexes arriva poco dopo per somma di ammonizioni. Nel complesso un Rocchi poco lucido nell'arco di tutta la gara.

LAZIO-FIORENTINA 0-0, arbitro Orsato 6,5 – Partita molto combattuta ma affrontata con correttezza e sportività dai giocatori in campo. Questo ha permesso ad Orsato di svolgere al meglio il suo compito. 




Commenta con Facebook