• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Galatasaray, Mancini: "La Juve e' fortissima, ma noi siamo in gioco. Non sono andato ad Ist

Galatasaray, Mancini: "La Juve e' fortissima, ma noi siamo in gioco. Non sono andato ad Istanbul per i soldi"

Il tecnico parla della sua nuova avventura in Turchia


Roberto Mancini (Getty Images)

05/10/2013 09:01

JUVENTUS GALATASARAY MANCINI CHAMPIONS LEAGUE / ROMA - Neanche il tempo di firmare il contratto che Roberto Mancini è entrato subito nel cuore dei tifosi del Galatasaray, grazie al fondamentale pareggio di Torino contro la Juventus in Champions League. Un esordio davvero fantastico in un'avventura inconsueta per un tecnico italiano. "In Italia pensiamo sempre ai soldi. Tutti dicono: 'É andato a Istanbul per denaro'. Premesso che i contratti fanno parte della nostra professione e hanno la loro importanza, ho accettato la proposta perché il Galatasaray è un club di prestigio, partecipa alla Champions ed ha una storia di rilievo. - le parole del tecnico a 'La Gazzetta dello Sport' - Mi affascina anche l'idea di affrontare una nuova esperienza in un Paese che è un ponte tra Europa e Asia. La Turchia è una Nazione con l'economia che galoppa, ma ha una storia millenaria".

ESORDIO - "Siamo stati in parte fortunati, ma i giocatori si sono subito messi a disposizione con grande professionalità. Dopo aver incassato sei gol dal Real Madrid, qualcosa andava modificato. Siamo stati più attenti alla fase difensiva. Drogba ha ancora molto da dare, ma lavorando nel modo giusto tutti offriranno un contributo importante, Sneijder ha avuto di recente qualche problema fisico, ma a Torino è stato bravo anche lui. Ha fatto quello che gli avevo chiesto. Il pareggio di Torino ci dà qualche speranza in più in Champions. In campionato siamo in ritardo, ma possiamo recuperare e lottare per il titolo. Le altre grandi, mi riferisco a Fenerbahce e Besiktas, hanno il vantaggio di potersi concentrare sul campionato. Sono fuori dal giro europeo".

JUVENTUS - La Juve è sempre la Juve, è fortissima. Ha trovato però un Galatasaray motivato dopo il cambio di allenatore. La Juve può fare bene. Le due sfide con il Real Madrid saranno spettacolo puro. Per noi è l'occasione giusta per approfittarne e rientrare in gioco".

SERIE A - "In questi primi mesi mi è piaciuta tanto la Roma. Non avevo dubbi che potesse fare bene perché ha tanta qualità. Serviva un allenatore vero alla Roma e Garcia sta dimostrando di essere davvero bravo". 




Commenta con Facebook