• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Milito: "Siamo da primi tre posti. Moratti restera' un mito per i tifosi"

Inter, Milito: "Siamo da primi tre posti. Moratti restera' un mito per i tifosi"

L'attaccante nerazzurro ha parlato delle ambizioni del club, del suo rientro dall'infortunio e tanto altro



04/10/2013 08:21

INTER MILITO SCUDETTO MORATTI MAZZARRI INFORTUNIO / MILANO - Diego Milito, attaccante dell'Inter, ha concesso una lunga intervista al 'Corriere dello Sport':

SCUDETTO - "Secondo me è prematuro parlarne. Facendo le cose per bene, però, sono convinto che possiamo arrivare in alto, nelle prime tre posizioni. Crisi Juventus? Mi sembra esagerato. Dico tre nomi per lo Scudetto: Roma, Juve e Napoli".

INFORTUNIO - "Sto sempre meglio. E’ da un po’ che mi alleno con la squadra e sono sulla strada giusta. Indicare una percentuale è sempre difficile ed esattamente non saprei che dirvi. Di certo miglioro giorno dopo giorno e le risposte sono sempre più positive. Ritorno al top dopo la sosta? Per essere al top ho bisogno di disputare qualche partita perché la forma la trovi quando giochi con continuità. Mi manca ancora un po’, ma sono fiducioso".

IL PRESIDENTE - "Quelle frasi dette dopo il match con il Sassuolo rimarranno tra noi due come è giusto che sia, ma il presidente è stato carino con me. Non solo lui, ma anche la squadra, lo staff tecnico, i fisioterapisti e tutti i dirigenti. La sua cessione? Tutto quello che farà, sarà solo per il bene dell’Inter perché Massimo Moratti... è l’Inter e lo sarà per sempre visto ciò che ha vinto e ha dato alla società. Rimarrà sempre un mito per la gente nerazzurra ed è stato eccezionale a trasmetterci tranquillità anche se cede una parte delle sue quote".

COPPIA CON PALACIO - "Lo scorso anno dopo l’infortunio ho sempre detto che mi era rimasto l’amaro in bocca per aver giocato poco con Rodrigo che reputo una punta straordinaria e fondamentale per la nostra squadra. Quest’anno, però, ci sono anche Icardi e Belfodil, due attaccanti fantastici, due giovani che ci daranno tanto, nel presente e nel futuro. Parlare solo di me e Palacio sarebbe riduttivo perché tutti possono contribuire a far bene. Fare gol alla Roma? Lo spero con tutto me stesso. La cosa più importante, però, è la vittoria della squadra: sarei felice se l’Inter conquistasse i tre punti anche senza un mio gol perché un successo per la classifica avrebbe un valore particolare. Certo, se avessi l’opportunità di scendere in campo e di segnare, sarebbe tutto ancora più speciale".

MAZZARRI - "Non mi piace parlare tanto del mio tecnico, ma mi sembra evidente che ci abbia già dato tanto, sotto tutti i profili. Con lui si è rivista una squadra con un’identità e idee chiare. Le formazioni di Mazzarri le hanno sempre messe in mostra e sta succedendo anche all’Inter".

TOTTI - "E' un campione assoluto, ha una testa fortissima oltre a qualità tecniche incredibili".

TEVEZ - "Attaccante fantastico, che ha esperienza internazionale e vinto ovunque".

S.D.




Commenta con Facebook