• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DNIPRO-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DNIPRO-FIORENTINA

Ambrosini un leone, Gonzalo Rodriguez straordinario. Cuadrado ancora appannato


Rodriguez esulta (Getty Images)
Samuele Perotti

03/10/2013 23:42

PAGELLE E TABELLINO DNIPRO-FIORENTINA / DNIPROPETROVSK – La Fiorentina trascinata da uno straordinario Gonzalo Rodriguez e da un ritrovato Ambrosini ottiene la seconda vittoria in altrettante partite in Europa league. Il collettivo dei viola si è esaltato di fronte alle condizioni proibitive del campo e alle numerose assenze. Matos si sacrifica e si procura il rigore, Borja Valero entra nella ripresa ed incide subito mentre Bakic non sembra ancora pronto per il palcoscenico europeo. Negli ucraini che perdono la seconda partita in 15 partite in Europa non basta la bella prova del bomber Seleznyov, del mediano Kankava e dei due difensori centrali. Brutta prova invece per capitan Rotan.

DNIPRO

Boyko 6 – Incolpevole sui due goal, si fa trovare pronto sul tiro da fuori di Cuadrado al 66’.

Mandzyuk 5 – Tutte le azioni pericolose della Fiorentina e i due goal nascono dalla sua parte, serataccia per l’ucraino. Dal 78’ Bruno Gama sv.

Mazuch 6 – Forte sul piano fisico vince tutti i duelli con Matos. Guida la difesa senza problemi.

Cheberyachko 6 – L’attacco della Fiorentina fatica a decollare e il merito è soprattutto il suo e del suo fisico prorompente. Nel finale va un po’ in confusione, come tutta la retroguardia ucraina.

Strinic 5.5 – Macchia una partita positiva, addormentandosi sul taglio di Ambrosini in aria. L’ex capitano del Milan ringrazia e di testa regala la vittoria ai toscani.

Fedetskiy 6 – Ramos teme la viola e lo schiera esterno di centrocampo. Lui svolge al meglio il compito che gli è stato affidato, senza supportare mai la manovra offensiva. Dal 58’ Matheus 5.5 – Non riesce ad incidere mai, nonostante sia stato inserito per aumentare il peso offensivo della sua squadra.

Rotan 5 – Dovrebbe essere il cervello del Dnipro ma commette molti errori in fase di impostazione. Ingenuo, quando stende in area Matos, si rifà grazie all’arbitro quando guadagna il penalty per i suoi.

Kankava 6 – Una diga davanti alla difesa difficile da superare. Recupera molti palloni e per evitare di perderli li affida ai compagni con più classe.

Konoplyanka 6 – Compre bene la fascia, anche grazie alla serata no di Cuadrado. Poteva fare di più in fase offensiva.

Seleznyov 6.5 – Realizza con freddezza il rigore, confermando l’ottimo avvio di stagione. Ha una grandissima prepotenza fisica e la mette in mostra al 23’ quando in progressione salta mezza squadra viola e si presenta davanti a Neto che gli dice di no.

Zozulya 5.5 – A causa del campo pesante fatica a mettere in moto tutti i suoi cavalli, proprio per questo finisce per emarginarsi dalla partita. Nell’assalto finale chiude nel ruolo di terzino.

Juande Ramos 6 – Ha dato una quadratura a questa squadra portandola ai vertici del calcio ucraino e in Europa. La sua mano si vede ma non convincono alcune mosse eccessivamente difensive



FIORENTINA

Neto 6 – Dopo l’errore nel finale col Parma, l’avvio è da incubo. Il brasiliano però si riprende alla grande e da sicurezza alla retroguardia soprattutto sulle uscite alte.

Roncaglia 6 – Il meno brillante dei tre difensori viola. Quando gli ucraini lo puntano palla a terra fatica a mettersi in moto e troppo spesso viene saltato. Si salva grazie all’esperienza e ai compagni.

Gonzalo Rodriguez 8 – Un muro in difesa, un fattore in attacco. Salva lo 0-0 quando Neto sbaglia al 13’, guida con eleganza ed intelligenza la retroguardia viola, trasforma con freddezza il penalty e avvia con una splendida apertura alla Pirlo l’azione del 2-1.

Compper 6 – Gioca semplice, pulito e per questo non perde nessun duello. Non si fida del terreno e per questo spesso evita complicati disimpegni.

Cuadrado 5.5 – Il campo non lo agevola ma lui gioca svogliato e non riesce mai a superare l’uomo. Fatica in fase di copertura, ma da tempo non giocava esterno di centrocampo. Dal 76’ Joaquin sv

Bakic 5.5 – Lotta, si impegna ma non è ancora maturo per certi palcoscenici. Fatica a creare gioco e rischia l’espulsione per doppio giallo. Dal 54’ Borja Valero 6.5 – La Fiorentina non può fare a meno di lui. Entra e cambia il match con le sue giocate. L’assist per Ambrosini è un cioccolatino da scartare. Nel finale va vicino al goal con una splendida azione personale

Pizarro 6 – Nonostante le condizioni non ottimali del campo il cileno dirige come sempre con calma e classe l’orchestra viola. Suo malgrado causa il rigore del pareggio e viene espulso per doppio giallo.

Ambrosini 7 – Decide il match con il suo quarto goal europeo, il primo in maglia viola. Con la sua esperienza e cattiveria agonistica trascina i suoi giovani compagni. Bene anche in impostazione.

Alonso 6.5 – Spinge senza soluzione di continuità e con una buona qualità nel primo tempo. Nella ripresa cala e decide saggiamente di abbassarsi. Ha i numeri giusti per diventare davvero forte.

Mati Fernandez 6 – Un giocatore di classe e con la sua struttura fisica paga il terreno pesate. Lui si impegna, lotta e quando salta l’uomo e crea superiorità. Dal 85’ Tomovic sv.

Matos 6 – Lotta, corre e si adatta come può al ruolo di centroavanti. Non regge il confronto sul piano fisico ma l’agilità gli consentono di conquistare il rigore del momentaneo vantaggio.

Montella 6.5 – La sfortuna ce la sta mettendo tutta ma lui gestisce saggiamente i pochi uomini che gli sono rimasti e conquista la seconda vittoria grazie ad un buon gioco e tanto carattere.


ARBITRO: Szymon Marciniak 5 – Bene per 55’ poi perde il controllo del match regalando il rigore dell’1-1 al Dnipro. Eccessivo anche il secondo giallo a Pizarro.



TABELLINO

DNIPRO-FIORENTINA 1-2


DNIPRO (4-4-2): Boyko; Mandzyuk (78’ Bruno Gama), Mazuch, Cheberyachko, Strinic; Fedetskiy (58’ Matheus), Rotan, Kankava, Konoplyanka; Seleznyov, Zozulya. Allenatore: Juande Ramos.

FIORENTINA (3-5-2): Neto; Roncaglia, Gonzalo Rodriguez, Compper; Cuadrado (76’ Joaquin), Bakic (54’ Borja Valero), Pizarro, Ambrosini, Alonso; Mati Fernandez (86’ Tomovic), Matos. Allenatore: Montella.

Arbitro: Marciniak (Polonia)

Marcatori: 53’ Gonzalo Rodriguez rigore (F), 57’ Seleznyov rigore (D), 73’ Ambrosini (F).

Ammoniti: 15’ Bakic (F), 54’ Cuadrado (F), 57’ Pizzarro (F).

Espulsi: 87’ Pizarro (F).

 




Commenta con Facebook