• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI TRABZONSPOR-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI TRABZONSPOR-LAZIO

Difese “ballerine”, Paulo Henrique in grande spolvero ed un Floccari devastante


Lorenzo Polimanti

03/10/2013 20:56

PAGELLE E TABELLINO DI TRABZONSPOR-LAZIO/ TREBISONDA (Turchia) – Un tempo a testa per Trabzonspor e Lazio. Partono forte i turchi trascinati da Mierzejewski ed un Paulo Henrique straripante, sempre pronto ad aiutare anche in difesa. I bianconcelesti subiscono e pasticciano dietro dove i vari Cana, Ciani e Biglia sembrano spaesati. Felipe Anderson l'unica luce biancoceleste fino all'ingresso di Floccari. L'attaccante entra, si carica i propri compagni sulle spalle e trascina la formazione capitolina al pari finale grazie ad una doppieta propiziata dal disastroso Kivrak e dall'ottimo passaggio di un positivo Perea. L'assist nel finale per Biglia, poi, potrebbe valere la vittoria ed un altro voto in più in pagella, ma l'argentino spreca malamente.

TRABZONSPOR

Kivrak 4,5 – Vola male stasera la ‘Farfalla’. Sbaglia spesso il tempo dell’uscita e non sembra garantire grande sicurezza al reparto difensivo. Regala il 3-2 che riaccende le speranze biancocelesti e per tutto l’incontro sembra tutt’altro che una saracinesca.

Bosingwa 5 – Timido e bloccato sulla linea difensiva, soffre il ritorno di Lulic che dopo un avvio poco incisivo lo punta e lo supera bene nel secondo tempo.

Demir 5,5 – Gara sufficiente la sua, ma solo fino all’80’. E’ attento e si rende protagonista anche con qualche chiusura di buon livello, ma nel finale partecipa alla sbandata completa della difesa turca.

Yumulu 5 – Soffre, e tanto, Perea soprattutto quando gioca lontano dall’area e se lo perde colpevolmente nel finale quando il colombiano serve l'assist per il pari di Floccari.

Olcan Adin 6 – Cuore e polmoni per il piccolo terzino turco che resta bloccato e copre le spalle alle sortite di Yussuf Erdogan. Tanta sostanza.

Colman 5,5 – Grinta e qualche buona chiusura nel primo tempo in mezzo ad una prestazione piuttosto anonima. Dal 57’ Akgun 5 – Entra nel momento peggiore dei suoi e fa ben poco per cambiare l’inerzia dell’incontro.

Zokora 5 – Si fa soffiare troppo facilmente il pallone che vale il 2-1 laziale e sbaglia più di un appoggio. Eppure l’esperienza non dovrebbe mancargli.

Erdogan 7 – Vola sulla fascia. Sempre bravo a trasformare l’azione da difensiva in offensiva riesce anche a trovare un bel gol che sblocca l’incontro.

Mierzejewski 6,5 – Semina il panico tra le linee in avvio. Manda spesso in tilt la retroguardia biancoceleste, è il collante tra il centrocampo e l’attacco ed a tratti fa praticamente quello che vuole. Un gol propiziato dalla deviazione di Cana ed un bell’assist condiscono un’ottima prestazione che, però, dura solo un’ora. Nel finale, infatti, si spegne lentamente.

Malouda 5 – Svogliato e fuori dalla manovra, è l’unica nota stonata in un attacco che gira a meraviglia. Gli altri si aiutano, lui resta a guardarli. Sottotono. Dal 63’ Alanzinho 5 – Avrebbe il pallone per chiudere la partita, ma lo spara colpevolmente tra le braccia di Marchetti.

Paulo Henrique 7,5 – E’ il faro dell’attacco turco. Sempre presente in avanti, fa sentire il suo peso offensivo ed è costantemente in aiuto del centrocampo sacrificandosi fino alla mediana. Trova anche un ottimo assist ed un bel gol.

All.: Akcay 5,5 – Mescola molto le carte facendo cambiare spesso le posizioni in avanti. I problemi, però, sono più che altro dietro.

LAZIO


Marchetti 5,5 – Qualche intervento poco sicuro e tanta sfortuna in occasione del gol di Paulo Henrique deviato da Cana.

Cavanda 5 – Alterna buone sortite offensive, poco fruttuose in realtà, a qualche svarione difensivo come in occasione dell’1-0 turco.

Ciani 5 – Prova, sbagliando, l’anticipo più di una volta. I tre gol subiti non sono tutti colpa sua, ma di sicuro fa ben poco per evitarli.

Cana 5 – Troppo irruento in alcune occasioni, si scontra piuttosto goffamente con Biglia lasciando la via libera a Paulo Henrique che sigla il 3-1. Diversi altri errori, poi, completano la serata no.

Lulic 5,5 – Gara a due facce per il laterale bosniaco che parte male commettendo diversi errori, anche gravi, in fase difensiva. Propizia l’1-0 perdendo ingenuamente una palla vicino alla propria area di rigore. Nella ripresa, invece, si scuote e comincia a spingere con regolarità ed incisività.

Onazi 6 – Sembra risvegliare la Lazio con la sua bella sortita in avanti che vale il 2-1 momentaneo. Si muove nell’ombra e prova a tappare i buchi in mediana.

Biglia 5 – Dovrebbe dettare i tempi del centrocampo biancoceleste, ma pasticcia sia con la palla tra i piedi che in fase di copertura. Niente applausi, stasera, per il film del regista argentino.

Candreva 5,5 – Qualche conclusione da fuori, ma mai particolarmente pericoloso. Comincia a carburare piano piano, senza però riuscire ad incidere. Dal 60’ Floccari 7,5 – Entra con grinta e cattiveria. Prende in mano i compagni, suona la carica e trova una doppietta fondamentale in due minuti rischiando anche di servire l’assist vincente per Biglia nel finale. Riaccende la luce, la Lazio e le speranze di Petkovic. Il migliore.

Hernanes 5,5 – Sembra il più ispirato in avvio quando cerca diverse volte la conclusione. Poi, però, si prende una lunga pausa dalla quale si risveglia solamente per pizzicare il palo con un tiro dalla distanza. Troppo poco per lui. Dal 73’ Ederson s.v. –

Felipe Anderson 6,5 – Una delle poche, vere, note positive in casa Lazio. All’esordio in Europa League mette in mostra tutte le sue doti tecniche con degli ottimi inserimenti. Gli manca solo la zampata finale in area di rigore. Dal 80’ Keita s.v. –

Perea 6,5 – Un po’ fuori dalla manovra in avvio, cresce con il passare dei minuti e mette in mostra tutta la sua bravura lontano dalla porta. Ottima visione di gioco e due assist deliziosi.

All.: Petkovic 5,5 – Regala un tempo agli avversari con una fase difensiva a dir poco pessima. Si salva nella ripresa azzeccando i cambi.

Arbitro: Hansson 6 – Poco lavoro per il direttore di gara che dirige con autorità un match che scorre tranquillamente senza episodi dubbi.

 

TABELLINO

TRABZONSPOR-LAZIO 3-3

TRABZONSPOR (4-2-3-1): Kivrak; Bosingwa, Demir, Yumlu, Olcan Adin; Colman (57’ Akgun), Zokora; Erdogan, Mierzejewski, Malouda (63’ Alanzinho); Paulo Henrique. Allenatore: Akcay.

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Cavanda, Ciani, Cana, Lulic; Onazi, Biglia; Candreva (60’ Floccari), Hernanes (73’ Ederson), Felipe Anderson (80’ Keita); Perea. Allenatore: Petkovic.

Arbitro: Hansson.

Marcatori: 11’ Erdogan (Tra), 21‘ Mierzejewski (Tra), 28’ Onazi (Laz), 34’ Paulo Henrique (Tra), 83’ Floccari (Laz), 85’ Floccari (Laz)

Ammoniti: Cavanda (Laz)

Espulsi:

 

 

 




Commenta con Facebook