• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > Stefano Fiore su Lazio e Fiorentina

Stefano Fiore su Lazio e Fiorentina

L'ex centrocampista e' intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Pericolo ucraino (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

03/10/2013 11:38

EUROPA LEAGUE LAZIO FIORENTINA ESCLUSIVO FIORE / ROMA - Archiviata la parentesi Champions, con un magro bottino per il Bel Paese, tocca all'Europa League impossessarsi del palcoscenico internazionale. Lazio e Fiorentina sono attese da due trasferte tutt'altro che agevoli: i biancocelesti faranno tappa a Trebisonda incrociando il Trabzonspor, mentre i viola voleranno in Ucraina per sfidare il Dnipro. Per inquadrare gli impegni delle due italiane, la redazione di Calciomercato.it ha contattato in esclusiva Stefano Fiore, ex centrocampista sia della Lazio che della Fiorentina.

TRABZONSPOR-LAZIO - "Per la Lazio sarà una partita difficile, soprattutto dal punto di vista ambientale. In Turchia c'è sempre un'atmosfera molto calda, i tifosi del Trabzonspor si faranno sentire. La Lazio non sta attraversando un periodo esaltante, però la gara di questa sera potrebbe essere l'occasione giusta per ritrovare un po' di serenità - ha dichiarato Fiore in esclusiva ai nostri microfoni - Perea? Non so se sia già pronto per giocare dall'inizio, queste sono valutazioni che spettano a Petkovic. L'Europa League è un palcoscenico importante, che può servire però anche per fare degli esperimenti e per testare alcuni giocatori. E' indubbio, comunque, che l'assenza Klose pesi tanto nell'economia del gioco biancoceleste".

DNIPRO-FIORENTINA - "Il Dnipro è una squadra insidiosa, lo ha dimostrato l'anno scorso contro il Napoli. Non sarà facile per l'undici viola, gli ucraini venderanno cara la pelle davanti al proprio pubblico. Montella, poi, sarà in emergenza in attacco: senza Gomez, Rossi e Rebic, il tecnico non avrà a sua disposizione una punta di ruolo - ha sottolineato l'ex Nazionale azzurro in esclusiva a Calciomercato.it - Il tecnico gigliato, per forza di cose, giocherà senza un punto di riferimento offensivo, cercando i fraseggi bassi e l'inserimento dei trequartisti, imitando un po' il modello Barcellona. Giocatori come Borja Valero o Aquilani, ad esempio, potrebbero essere decisivi questa sera per la Fiorentina".

POSTICIPO SERIE A - Lazio e Fiorentina, fra l'altro, si ritroveranno di fronte in campionato nel posticipo della 7a giornata in programma domenica sera allo stadio 'Olimpico': "Sarà una partita aperta, tra due formazioni che non attraversano un brillantissimo periodo di forma - ha spiegato Fiore in esclusiva alla nostra redazione - Entrambe avranno delle defezioni, bisognerà anche vedere quale saranno le scelte tattiche degli allenatori. Anche la stanchezza che accumuleranno stasera influirà sulla prestazione delle due squadre. Non vedo una favorita, sarà una sfida equilibrata, che potrebbe essere decisa dagli episodi".




Commenta con Facebook