• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-GALATASARAY

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-GALATASARAY

Bonucci favorisce lo “schiaffo” di Drogba, ma Quagliarella fa resuscitare i bianconeri


Juventus-Galatasaray (Getty Images)
Gianluca Scatena

02/10/2013 23:30

PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS-GALATASARAY/ TORINO – La Juventus voleva dimenticare il brutto pareggio di Copenaghen e i pronostici erano dalla sua parte, considerando la situazione dei turchi che di fatto non avevano ancora avuto modo di valutare le idee di Mancini. Come sempre, tuttavia, in Champions League i pronostici hanno vita breve e vengono smentiti in men che non si dica: i bianconeri ricevono l'ormai solito “schiaffetto” a causa di un regalo di Bonucci per Drogba; si rialzano, poi, nei minuti finali, con un Quagliarella in versione record.

 

GALATASARAY

Muslera 5,5 - Non ha parate importanti in archivio; aveva invece le carte in regola per evitare un'ammonizione ingenua e inutile. 

Semih s.v. - Dal 25' Gokhan Zan 5,5 – Dimentica la marcatura di Quagliarella sul 2-1 dei bianconeri.

Chedjou 6 – Con la sua sostanza riesce a limitare per quanto possibile le manovre juventine.

Bruma 6 - In avanti è sempre pericoloso. Si accentra e cerca il filtrante quando può.

Eboue 6 - In Champions League l'esperienza svolge un ruolo fondamentale. Lui ne ha sicuramente da vendere e si vede soprattutto in copertura.

Inan 6,5 - I palloni passano tutti dai suoi piedi.

Melo 6,5 - In fase di interdizione Vidal trova pane per i suoi denti. L'ex bianconero lotta dovunque e recupera numerosi palloni per le ripartenze dei suoi.

Riera 6 - Lascia pochissimi sbocchi ad Asamoah. Attento in retroguardia. Dal 60' Amrabat s.v.

Sneijder 6 - Si sacrifica da gregario e corre come un ragazzino, stuzzicando lo spazio di Pirlo e infastidendo in qualche occasione anche Lichtsteiner. Dal 74' Bulut 6,5 – Gioca poco, ma quanto basta per stroncare l'esultanza dello Stadium e riconquistare un punto che sembrava già smarrito.

Balta 5,5 - Troppi errori in fase di possesso.

Drogba 7 - Sembra quasi isolato e la palla deve andare a cercarsela col fisico a centrocampo. Gli unici pericoli turchi vengono innescati dai suoi piedi. Sul goal non pecca in convinzione e insiste fino a sfruttare l'errore di Bonucci. Dopo appena un minuto dal vantaggio bianconero serve Bulut sovrastando Chiellini. Immenso.

All. Mancini 6,5 – E' sulla panchina dei turchi da soli due giorni, ma non manca il suo zampino sulla gara (fortuna o meno che sia). Al 74' decide di sostituire l'esausto Sneijder con Bulut, evitando in un certo senso la sua (persona) prima caduta stagionale.

 

JUVENTUS

Buffon 6 - Ha a che fare con due versioni di Drogba: alla prima para senza problemi, alla seconda invece non può nulla, provando anche ad anticipare lo strafalcione di Bonucci.

Lichtsteiner  6,5 - All'inizio della gara ai bianconeri manca un po' di ferocia, ma l'unico a proporsi costantemente sulla fascia è proprio lo svizzero, solito sfornare rara mole di lavoro. Dal 46' Isla 5,5 – L'intensità non manca; sembra tuttavia esser pervaso costantemente da un senso di paura nei confronti del pallone.

Vidal 7 - Se Lichtsteiner viene messo in condizione di crossare il merito è del cileno. Si libera con facilità della marcatura e corre velocemente in diagonale sulla destra per servire il compagno in profondità. Realizzazione perfetta dal dischetto. 

Bonucci 5 - Grave errore di superficialità in occasione del goal di Drogba. Il suo è un vero e proprio regalo. Dal 68' Llorente 6 – Entra e si fa subito sentire. Il suo ingresso serve a spingere la squadra in avanti.

Chiellini 6,5 - Animo juventino, fa il gladiatore e sputa sangue in ogni dove, anche in attacco.

Barzagli 5,5 - Sul primo goal di certo non può nulla. Aiuta come al solito la fase di impostazione, ma nella difesa a due non riesce a mantenere l'equilibrio e a scalare su Bulut in occasione del pareggio turco.

Pirlo 6 - La difficoltà della Juve nel fare gioco è evidente. Sneijder lo segue passo dopo passo e lui ne risente toccando e lanciando pochissime palle. Nel secondo frangente di gara, l'intera squadra sembra rialzarsi e di conseguenza anche l'ex milanista che serve Quagliarella con una palla perfetta.

Vucinic 6 - Come Lichtsteiner è uno dei pochi ad insidiare la squadra di Mancini nei primi minuti.

Pogba 6,5 -  In generale è assente nel primo tempo. Nel secondo esce dal letargo e inventa in ogni lato del campo.

Tevez 6 – Crea superiorità numerica, ma in questo caso non riesce ad incidere pienamente.

Quagliarella 7 - Grande impatto sul match: fa tutto lui! Conquista il rigore del pareggio e segna il gol del momentaneo vantaggio. 

All. Conte 6,5 – A dispetto di Copenaghen si getta sul rischio e fa entrare un attaccante al posto di un difensore. I risultati si son visti immediatamente, sebbene al primo contropiede avversario la sua squadra si sia fatta trovare impreparata e in inferiorità.

 

Arbitro: Kassai 6,5 – E' considerato uno dei migliori dell'intero mondo calcistico. Gestisce la gara con personalità e fermezza. Rigore assegnato giustamente.

 

 

TABELLINO

JUVENTUS-GALATASARAY 2-2

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci (68' Llorente), Chiellini; Lichtsteiner (46' Isla), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Vucinic (26' Quagliarella). All.: Conte.

Galatasaray (4-3-1-2): Muslera; Ebouè, Kaya (25' Zan), Chedjou; Riera (61' Amrabat), Felipe Melo; Inan, Balta, Sneijder (74' Umut Bulut); Bruma, Drogba. All.: Mancini.

Arbitro: Viktor Kassai (Ungheria).

Marcatori: 36' Drogba, 88' Bulut (G), 78' Vidal, 87' Quagliarella (J).

Ammoniti: Muslera, Zan (G).




Commenta con Facebook