• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-LIVORNO

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-LIVORNO

Toni e Iturbe trascinatori, Rafael insuperabile. Tra gli ospiti bene Rinaudo e Paulinho.


Samuele Perotti

29/09/2013 17:19

 

PAGELLE E TABELLINO VERONA-LIVORNO / VERONA – Continua la striscia di vittorie interne del Verona che batte 2-1 un gagliardo Livorno. I padroni di casa sopperiscono alla prova opaca di Hallfredson con le giocate di Iturbe e Toni. Rafael si fa trovare pronto mentre Jorginho, non sciupa mai un pallone ed è freddo dal dischetto. Nel Livorno a deludere sono soprattutto Greco e Lamburghi che si estraniano troppo dal match. Paulinho è troppo solo ma è il più pericoloso mentre Emerson è promosso anche nel nuovo ruolo di centrocampista.

 

VERONA

Rafael 6.5 – Il brasiliano riscatta la serataccia di Torino. Non può nulla sul goal di Rinaudo ma è decisivo in almeno quattro occasioni. Straordinario il riflesso su Paulinho nel primo tempo.

Cacciatore 6 – Non soffre in difesa e quando decide di supportare la manovra offensiva lo fa con intelligenza e precisione.

Moras 6 – Esperienza e forza fisica gli consentono di guidare la difesa senza troppi affanni fino a quando un infortunio muscolare lo costringe al cambio. Dal 37’ Bianchetti 5.5 – Sempre in affanno, non da sicurezza al reparto arretrato e soprattutto si perde Rinaudo in occasione del pareggio amaranto.

Gonzalez 6 – Quando gli avversari mettono palla a terra soffre ma alla fine strappa al sufficienza grazie al fisico e alla capacità di tenere la posizione.

Agostini 6 – Giocando sta trovando la condizione e per questo lo si vede con continuità anche in fase di ripartenza. Ancora ballerino in difesa.

Romulo 5.5 – Corre e recupera palloni ma è meno brillante del solito e così finisce di sbagliare passaggi semplici. A differenza di molti, cresce alla distanza.

Hallfredson 5 – Paga gli impegni ravvicinati e non riesce a prendere per mano la squadra. Imposta male e non fa interdizione come dovrebbe, rischiando anche l’espulsione per doppio giallo. Dal 54’ Donati 6 – Si piazza in mezzo al campo e da equilibrio a tutta la squadra.

Jorginho 6.5 – Non si vede molto ma è fondamentale per gli equilibri del Verona. Non butta via un pallone e quando si inserisce da dietro fa male. Glaciale dal dischetto, trova il secondo goal stagionale.

Juanito 6 – Partita di grande movimento. Trae vantaggio dal lavoro sporco di Toni e in due circostanze sfiora il goal ma Bardi si fa trovare pronto.

Toni 7 – Non segna ma è il vero trascinatore dei veneti. Ha ritrovato la condizione di un tempo e si vede: corre, lotta e si mette al servizio dei compagni. Con esperienza si guadagna il rigore decisivo.

Iturbe 7 – Personalità, velocità e ottime doti tecniche. Quando sarà completamente inserito negli schemi di Mandorlini farà fare il salto di qualità a tutta la squadra. Straordinaria la punizione dell’a-0. Dal 88’ Laner sv

Mandorlini 6.5 – Il Verona gioca meno bene del solito ma è messo bene in campo e grazie alla grinta continua la striscia di vittorie interne.

 

LIVORNO

Bardi 6 – Sicuro come nelle prime uscite stagionali, purtroppo per lui i due goal veneti sono imparabili.

Ceccherini 5.5 – Soffre il movimento di Iturbe e Juanito e questo gli fa perdere lucidità anche in fase di impostazione.

Rinaudo 6.5 – In difesa lotta come un leone contro Toni e non lo perde mai di vista, in più ha il merito di riequilibrare il match.

Coda 6 – I centimetri lo aiutano e così lui respinge decine e decine di cross. Fatica un po’ sullo stretto ma se la cava

Lamburghi 5 – Prova impalpabile. Non spinge mai e quando deve aiutare il reparto arretrato è tutt’altro che impeccabile.

Greco 5.5 – Utile in fase di interdizione, si estrania dal gioco in fase offensiva e questo da uno come lui non ce se lo aspetta. Dal 76’ Belingheri sv.

Emerson 6 – Avanzato a centrocampo gioca pulito, ordinato e con qualche bell’anticipo avvia i contropiedi toscani. Dal 59’ Duncan 6 – Muscoli e grinta al servizio della squadra. Purtroppo non bastano per portare via un meritato punto dal Bentegodi.

Luci 6.5 – Il capitano mette a segno un'altra buona prova. Si piazza davanti alla difesa e fa ripartire i compagni. Sfiora il goal con un gran tiro da fuori.

Schiattarella 6 – Prova gagliarda per l’esterno toscano che è l’ultimo a mollare. Sfortunato ed ingenuo in occasione del rigore.

Paulinho 6.5 – Nonostante sia molto isolato nella prima frazione di gioco è il più pericoloso dei toscani ma sbatte contro un super Rafael. Cala nella ripresa

Siligardi 5.5 – L’impegno c’è, la qualità un po’ meno. Per questo fatica a trovare la giocata buona e soprattutto a dialogare con Paulinho. Dal 63’ Emeghara 5.5 – Entra in campo deciso ma non riesce mai a trovare la giocata buona.

Nicola 6 – Il livorno sta stupendo in questo avvio di stagione e anche ieri meritava almeno il pareggio. L’equilibrio e la voglia di lottare c’è e questi sono elementi fondamentali per chi si deve salvare.

Arbitro: Dino Tommasi 5 – Non gestisce bene l’andamento del match. Hallfredson andava espulso e il rigore dato al Verona è molto generoso.

TABELLINO

VERONA-LIVORNO 2-1:

VERONA (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras (37’ Bianchetti), Gonzalez, Agostini; Romulo, Hallfredson (54’ Donati), Jorginho; Juanito, Toni, Iturbe (88’ Laner). Allenatore: Mandorlini.

LIVORNO (3-5-2): Bardi; Ceccherini, Rinaudo, Coda; Lamburghi, Greco (76’ Belingheri), Emerson (59’ Duncan), Luci, Schiattarella; Paulinho, Siligardi (63’ Emeghara). Allenatore: Nicola.

Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa

Marcatori: 40’ Iturbe (V), 45’+1’ Rinaudo (L), 72’ Jorignho rigore (V).

Ammoniti: 45’ Hallfredson (V), 72’ Rinaudo (L), 72’ Schiattarella (L), 75’ Jorginho (V), 88’ Iturbe (V).

 




Commenta con Facebook