• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-SAMPDORIA

Vittoria complicata ma importantissima per i rossoneri. I blucerchiati mettono in mostra tutti i propri limiti, provandoci solo nel finale


Grande serata per Birsa (Getty Images)
Stefano Carnevali (Twitter: @stefano_kaiser)

28/09/2013 22:35

PAGELLE TABELLINO MILAN-SAMPDORIA/MILANO - Tre punti d'oro per un Milan macchinoso, che non riesce a chiudere una gara controllata per lunghi tratti. Alla Sampdoria manca talento: i blucerchiati sofforno a lungo riescono a scuotersi solo nel finale. Allegri deve essere soddisfatto dell prove di Birsa, Mexes e soprattutto De Jong. Positivo anche Robinho che, però, si divora il 2-0. Male, invece, Constant, Muntari e Niang. Passo indietro per Poli. Nella Sampdoria si impone Obiang. Bene anche Da Costa. Buon impatto per Petagna e Krsticic. Male Wszolek, deludente anche Gabbiadini.

 

MILAN

Abbiati 6 - Non compie nessuna vera parata. Immobile, ma non potrebbe essere altrimenti, sul colpo di testa di Costa che sfiora il palo dopo un corner. 

Zaccardo 6 - Accompagna l'azione come non gli capitava da molto tempo. Però è colpevolmente impreciso quando si tratta di crossare. Mette comunque in luce una prepotente crescita di condizione. Molto più prudente nel secondo tempo.

Zapata 5,5 - Come al solito alti e bassi. Dormita clamorosa sul corner che per poco non consente  a Costa di portare in vantaggio la Samp.

Mexes 6,5 - Tolti i calci d'angolo, sembra in buona serata. Grande chiusura  a 20' dalla fine su Kristicic. Serata autorevole, come non gli capitava da tempo.

Constant 5 - De Silvestri è un brutto cliente: va meglio su Gavazzi. Al 17' sfiora un eurogol, ma in generale commette davvero troppi errori in fase di rifinitura. Difficile finale di gara: involuto.

Poli 5,5 - Passo indietro rispetto al recente passato: poco preciso, spreca decisamente troppo. Dal 74' Nocerino SV -.

De Jong 6,5 - Un'altra partita notevole: recupera tantissimi palloni e disinnesca le ripartenze più pericolose dei blucerchiati. 

Muntari 5,5 - Fa fatica. Non brilla dal punto di vista fisico e risulta molto macchinoso. Non riesce ad accompagnare la manovre ed è spesso preso in mezzo da De Silvestri e Gavazzi. Dal 46' Emanuelson 6 - Cambio inevitabile: l'olandese garantisce maggiore vivacità rispetto a Muntari ed è quello che al centrocampo del Milan serve. Pur senza strabiliare, decisamente utile. 

Birsa 6,5 - Nel settore dove opera - la trequarti - serve un'autorevolezza maggiore, ma lo sloveno offre comunque qualche sprazzo di buona tecnica e, a tratti, risulta tra i migliori. In occasione del gol mette in mostra la morbidezza del suo sinistro. Dopo cresce ancora. Dal 66' Niang 5 - Continua il mistero: senza personalità e senza l'arroganza del suo inizio di carriera in rossonero, risulta sostanzialmente inutile. Ha un solo guizzo.

Robinho 6 - Sorprendentemente nel cuore della manovra, alterna belle giocate a errori piuttosto banali. E' comunque l'uomo di maggior qualità in campo e ci mette molto più impegno del solito. A tratti torna imprendibile, ma si spegne presto. Si divora un gol incredibile sulla linea di porta, pochi minuti dopo il vantaggio rossonero; avrebbe chiuso la partita. Finale in apnea.

Matri 5,5 - Si muove molto, cerca di fungere da punto di riferimento e si impegna tantissimo. I risultati, però, sono decisamente poco apprezzabili: lascia ancora la sensazione di essere molto imballato e sottoporta questo si paga sempre. Si crea da solo una grande occasione al 64', ma Da Costa lo disinnesca. 

All: Allegri 6 - Il Milan domina da subito una Sampdoria che appare davvero in difficoltà. Il gioco non è molto fluido, ma le occasioni arrivano. I rossoneri, però, non riescono a concretizzare. Troppi i - soliti - rischi sulle palle inattive. Inevitabile l'inesrimento di Emanuelson al posto di Muntari. Il Milan, molto più carico nel secondo tempo, trova un meritato vantaggio. Poi spreca qualcosa di troppo e soffre, in modo ingiustificato, nel finale. 

 

SAMPDORIA 

Da Costa 6,5 - Il Milan è sempre dalle sue parti ma sorprendentemente non deve compiere troppe parate. Sul gol di Birsa: il tiro dello sloveno è preciso, ma il piazzamento di Da Costa è decisamente rivedibile. Importante, invece, la sua risposta sullo sloveno poco dopo la rete del Milan. Bravo su Matri al 64'.

De Silvestri 6 - Buona spinta fin dal primo minuto. Salva su Matri un gol già fatto alla mezz'ora del primo tempo. Meno intraprendente nella ripresa. 

Mustafi 6 - Ben protetto, riesce sempre a cavarsela. Decisivo al 32' su Muntari nel cuore dell'area. Rischia un grande pasticcio al 64', quando si fa rubare palla da Matri ma si fa perdonare con un'altra grande chiusura sull'ex juventino a 23' dalla fine. 

Regini 6 - Dopo qualche balbettio iniziale, trova le giuste distanze coi compagni di reparto e limita le iniziative centrali del Milan.

Costa 5,5 - Avvio molto complicato: Zaccardo lo mette sempre alle strette e, più in generale, l'azione rossonera predilige svilupparsi proprio dalla sua parte. E' lui, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, a portare l'unico pericolo per la porta di Abbiati, nel primo tempo. Più tranquillo nella ripresa.

Gavazzi 5,5 - Tanto è propositivo De Silvestri quanto Gavazzi è timido e impacciato. Cresce un pochino nella parte finale della gara.

Obiang 6,5 - Tra i migliori della Samp e, decisamente, non è una novità. Bene nella ripresa. 

Palombo 5,5 - Schermo davanti alla difesa, è sempre utile in fase di distruzione. Poca partecipazione alla manovra offensiva. Dal 61' Kristicic 6 - Dà più qualità, cercando sempre l'inserimento o l'imbeccata per le punte. 

Wszolek 5 - Sempre in affanno quando si tratta di coprire, non incide nemmeno nelle ripartenze - rare - della Doria. Dal 52' Soriano 6 - Se non altro è più propositivo del polacco. Non incide poi molto, ma è vivace. 

Sansone 5,5 - Compatto ed esplosivo, svaria su tutto il fronte dell'attacco cercando lo spazio per infilarsi tra i sempre perfettibili stopper del Milan. Raccoglie poco.

Gabbiadini 5 - La stellina della Samp brilla poco: è guardato a vista dai difensori rossoneri che gli lasciano solo conclusioni da lontanissimo. Dal 66' Petagna 6 - Tante motivazioni, mette in mostra una buona vivacità e una notevole fisicità. 

All: Rossi 5,5 - La Samp non ha certo di fronte un Milan stellare o in gran salute, ma fatica da subito, mettendo in mostra tutti i propri limiti. Progressivamente, però, la compattezza dei doriani paga disinnescando le opportunità rossonere con crescente sicurezza. Dopo il gol subito non arriva nessuna vera reazione. Questa squadra difetta - e molto - di qualità. Crescita nel finale, ma è tardi.

 

Arbitro: Peruzzo 5,5 - Partita non troppo complicata, ma ci sono dubbi al 19', quando Zapata tocca Sansone che stava conducendo un pericoloso contropiede ed è errato il fuorigioco segnalato a Zaccardo in avvio di ripresa. 

 

MILAN-SAMPDORIA 1-0

MILAN (4-3-2-1): Abbiati; Zaccardo, Zapata, Mexes, Constant; Poli (74' Nocerino), De Jong, Muntari (46' Emanuelson); Birsa (66' Niang); Robinho; Matri. All: Allegri

SAMPDORIA (4-4-2): Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Regini, Costa; Gavazzi, Obiang, Palombo (61' Kristicic), Wszolek (52' Soriano); Sansone, Gabbiadini (66' Petagna). All: Rossi

Aribitro: Peruzzo

Marcatori: 47' Birsa (M)

Ammoniti: 13' Costa, 34' Gavazzi, 70' Kristicic (S)

Espulsi: 

Note:




Commenta con Facebook