• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-NAPOLI

Pandev trascina gli uomini di Benitez nel successo del 'Ferraris'


Napoli (Getty Images)
Antonio Papa

28/09/2013 20:04

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-NAPOLI / GENOVA - Stavolta paga alla grande il turnover di Rafa Benitez, che nonostante il turno di riposo concesso ad Hamsik e Higuaìn riesce comunque a portare a casa un'ottima vittoria. Merito di Goran Pandev e della sua doppietta ma merito anche di una coesione di squadra invidiabile, che consente di aver ragione di un disarmato (e disarmante) Genoa. Tempi durissimi per Liverani, che evidentemente ancora non ha trovato il bandolo della matassa: poche idee e pure sbagliate.

GENOA

Perin 5,5 - Preso d'infilata da Pandev due volte, dove non poteva far tantissimo se non un mezzo miracolo, che comunque non arriva.

Gamberini 4,5 - Partecipa al naufragio difensivo del primo tempo insieme ai compagni. Liverani doveva sacrificarne uno e sceglie lui, forse anche perché era stato lui a favorire il vantaggio dell'ex squadra, ballando il tango sul primo gol di Pandev. (Dal 36' Stoian 6 - E' l'uomo del cambio di passo, infilato dal tecnico per provare a cambiare le cose. E ci riesce: un paio di scatti sulla sinistra lasciano intendere subito che aria tira. Sempre pericoloso quando prende palla, anche se troppo spesso si eclissa dal match per periodi troppo lunghi).

Portanova 5 - Guida una difesa da subito in balìa degli scatenati attaccanti azzurri. Sul 2-0 gli cadono le braccia: nonostante i tre centrali è costretto a marcare da solo Pandev e Zapata, e il risultato è scontato quanto inevitabile.

De Maio 5 - Una marcatura sbagliata all'origine del raddoppio di Pandev, con Portanova che fra lui e Zapata non sa più che pesci pigliare. 
Vrsaljko 6 - Fresco e propositivo in entrambe le fasi, sicuramente fra i migliori in casa genoana. Una bella rivelazione di queste prime uscite stagionali.

Matuzalem 4,5 - Cacciatore di teste, calciatore di gambe. Il macellaio al pronti-via timbra le gambe prima di Inler e poi di Behrami, a titolo di avvertimento. Per il resto della partita continua a picchiare, come uno scagnozzo più che come un fabbro, rischiando il rosso in più di un'occasione: inevitabile il cambio. Calciatori del genere non andrebbero mai incoraggiati. (Dal 13' st Fetfatzidis 6,5 - C'era grande curiosità per vedere all'opera il 'Messi greco', e il suo ingresso in campo fa capire perché. Cambi di passo interessanti, aperture illuminanti, tanta tecnica al servizio di un fisico "alla Insigne", di cui ricorda un po' i movimenti. Se trova continuità nella prestazione se ne sentirà parlare parecchio).

Kucka 5 - Un retropassaggio sballato è all'origine dell'azione del vantaggio avversario. Errore imperdonabile. Ma è la prestazione in generale a non essere convincente: nonostante l'uomo in più a centrocampo il Genoa soffre tantissimo.

Biondini 5 - Anche lui dovrebbe apportare più sostanza e non lo fa, lasciandosi spesso prendere di infilata dagli attaccanti napoletani.

Antonini 5 - Primo tempo senza squilli, anzi Callejon lo infila in più di un'occasione. I maggiori pericoli per la porta di Perin nascono dalla sua parte. (Dal 1' st Santana 5 - Nulla mette e nulla toglie alla partita).

Gilardino 5 - Marcato strettissimo, difficilmente gli arriva un pallone buono e quando gli arriva è lui a sprecarlo, come un colpo di testa facile facile che al 60' poteva riaprire il match, ma lui lo spedisce a lato.

Calaiò 5 - Si pesta i piedi con Gilardino, di cui dovrebbe essere un po' l'alter ego. Ci teneva a segnare alla squadra che l'ha sbolognato, ma oggi di sicuro nessuno lo ha rimpianto.

All. Liverani 5 - Stupisce la scelta di lasciare fuori proprio Lodi, l'unico vero cervello pensante della squadra, in favore di tre picchiatori della mediana. Ci si ritrova con una squadra povera di idee, che subisce l'iniziativa avversaria senza riuscire a trovare le giuste contromisure. Un po' meglio con gli innesti della ripresa, ma ci si chiede perché gente come Stoian e Fetfatzidis non trovino più spazio. 

NAPOLI

Reina 6 - Veri tiri in porta non ce ne sono, i guantoni se li sporca solo nelle uscite, comunque ottime.  
Mesto 6,5 - Attento nelle chiusure e rapido nel ripartire, l'aria di quella che è stata casa sua gli fa bene. Partita di ottimo spessore tattico.

Albiol 6,5 - Sempre sicuro nella marcatura, un'altra prestazione senza sbavature. Benitez gli risparmia 45 minuti in vista dell'Arsenal. (Dal 1' st Cannavaro 6 - Nuova occasione per l'ormai ex capitano, che oggi riesce a rimediare alla brutta partita offerta contro il Sassuolo con 45 minuti di buon livello, pur con qualche brivido. Ma merita un po' di fiducia in più).

Britos 6 - L'unico vero rischio nel primo tempo il Napoli lo corre a causa di un suo passaggio superficiale, come gli accade praticamente ad ogni partita. In chiusura è (quasi) sempre puntuale, e meno male: se fosse solo per i piedi sarebbe da Eccellenza.

Zuniga 6,5 - La buona notizia è quella fascia di capitano, segno di un rinnovo di contratto ormai sempre più vicino. Una responsabilità che gli dà fiducia e gli consente di portare a casa l'ennesima ottima prestazione, sia in fase difensiva che in appoggio all'azione.

Behrami 7 - La vera anima di questo Napoli è lui, che ogni volta che è in campo recupera più palloni che boccate di ossigeno, e non importa se di fronte c'è il Genoa o il Borussia Dortmund. Se l'anno scorso era stato fondamentale, quest'anno è semplicemente imprescindibile.

Inler 6,5 - Come previsto ad inizio estate, il nuovo ruolo gli sta dando molta più lucidità in fase di impostazione e una discreta fiducia nei tackle, anche grazie alla compresenza di una guardia del corpo come Valon Behrami. In crescita costante.

Callejon 6,5 - Di gol ne sbaglia tanti, ma è impressionante per la capacità di attaccare lo spazio sempre e comunque, senza soluzione di continuità, mettendo in costante apprensione la difesa avversaria. Un altro calciatore importantissimo per Benitez, uno a cui è difficile rinunciare.

Pandev 7,5 - Nelle ultime uscite dietro la punta centrale non aveva convinto, stasera invece si prende la scena, complici anche gli enormi spazi aperti da Zapata lì davanti. Sfrutta un "assist" di Kucka e trafigge Perin dopo aver mandato a spasso Gamberini, poi schizza sul filo del fuorigioco e fa 2-0. E' il più "spagnolo" dei bajitos di Benitez e si fa valere. Bene così, anzi benissimo. (Dal 35' st Dzemaili sv)

Insigne 6 - Si incaponisce spesso nelle azioni personali, tentando velleitarie conclusioni che troppo spesso finiscono a La Spezia. A risultato acquisito la cosa diventa sistematica e anche un po' irritante. Ma non demerita.

Zapata 6 - Visivamente non lascia il segno sulla partita, però è utilissimo per aprire spazi agli accorrenti compagni, con quell'incedere dinoccolato e quel fisico possente. Si sente più di quanto si veda. Non malissimo come esordio. (Dal 13' st Higuaìn 6 - Mezz'ora anche per lui, che nel poco tempo a disposizione mette in mostra le sue proverbiali discese palla al piede, sfiorando anche la segnatura. Comunque non sono queste le partite da timbrare).

All. Benitez 6,5 - Massimo risultato a sforzi contenuti. Se le partite da turnover fossero tutte di questo livello sarebbe una pacchia, ma purtroppo non è sempre così. Corre pochi pericoli, sperimenta nuovi uomini e nuove soluzioni tattiche. L'aperitivo giusto per il big match di Londra. 
Arbitro Damato 5,5 - Non ci sono episodi eclatanti da segnalare, ma lascia a desiderare quando c'è da tenere il polso della situazione. A volte bastano un paio di cartellini in più quando il clima si scalda. 

TABELLINO

GENOA-NAPOLI 0-2

GENOA (3-5-2): Perin; Gamberini (37' Stoian), Portanova, De Maio; Vrsaljko, Biondini, Matuzalem (60' Fetfatzidis), Kucka, Antonini (46' Santana); Calaiò, Gilardino. All. Liverani
NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Mesto, Albiol (46' Cannavaro), Britos, Zuniga; Inler, Behrami; Callejon, Pandev (80' Dzemaili), Insigne; Zapata (59' Higuaìn). All. Benitez
ARBITRO: Damato
MARCATORI: 14' Pandev (N), 25' Pandev (N)
AMMONITI: 5' Mesto (N), 32' Matuzalem (G), 62' Kucka (G), 87' Higuaìn (N)




Commenta con Facebook