• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Gianluca Paparesta su polemiche arbitrali

Gianluca Paparesta su polemiche arbitrali

L'ex arbitro e' intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Polemiche al 'Bentegodi' (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

26/09/2013 11:22

SERIE A ARBITRI ESCLUSIVO PAPARESTA / ROMA - Il Chievo recrimina per il mancato gol non convalidato a Paloschi nel match di ieri sera contro la Juventus. Un 'clamoroso' abbaglio, quello del guardalinee Preti, che fa inevitabilmente discutere nel day-after del turno infrasettimanale di Serie A. Per analizzare meglio l'episodio la redazione di Calciomercato.it ha contattato in esclusiva l'ex arbitro, Gianluca Paparesta: "E' stata una grave svista, un errore evidente. Purtroppo il guardalinee non ha focalizzato bene il calciatore del Chievo che ha battuto Buffon dopo la prima conclusione. Ha scambiato Thereau per Paloschi: è questa l'unica spiegazione che possiamo dare alla sua decisione - ha sottolineato Paparesta alla nostra redazione -. Poi, c'è anche la responsabilità dell'arbitro, che doveva prendersi le sue responsabilità. De Marco ha sbagliato, ha avuto poca sansibilità nel giudicare la situazione. Vista la sua esperienza, mi aspettavo un suo intervento per rettificare l'errata decisione del guardalinee".

RIGORE MILAN - Serata poco fortunata sul fronte arbitrale anche per il Milan: "Le immagini parlano chiaro sul fallo subito da Robinho. La barriera del Bologna si è fatta sorprendere sullo schema degli avversari, con Cristaldo che ha 'placcato' il brasiliano come fosse un intervento da rugby... - ha proseguito Paparesta -. Dispiace che, oltre all'arbitro, anche il guardalinee e soprattutto l'addizionale non abbiano visto un episodio così palese. Ci vorrebbe maggiore collaborazione fra la terna e, soprattutto gli arbitri addizionali, in certe circostanze incappano ancora in errori marchiani".

SQUALIFICA BALOTELLI - L'eco della squalifica di Balotelli, dopo l'espulsione al triplice fischio finale di Milan-Napoli, non si è ancora spento: "Il calciatore sa di aver sbagliato, la colpa è principalmente sua. Sono d'accordo con la scelta del Milan di non fare ricorso: è stato un segnale forte e molto importante. Bisogna dare degli esempi positivi, soprattutto nei confronti dei giovani che seguono questo sport - ha spiegato Paparesta a Calciomercato.it -. Però, oltre al giocatore, in certe situazioni gli arbitri dovrebbero comportarsi con maggiore buonsenso e non rientrare subito negli spogliatoi, ma dirigersi verso il centrocampo e salutare tutti i protagonisti della partita. E anche gli allenatori, non devono lasciare il campo prima di aver rasserenato gli animi dei propri calciatori".




Commenta con Facebook