• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Sampdoria-Roma, Garcia: "Il primato e' merito dei giocatori. Aspettiamo prima di fare bilan

Sampdoria-Roma, Garcia: "Il primato e' merito dei giocatori. Aspettiamo prima di fare bilanci"

Grande soddisfazione da parte del tecnico francese per il quinto successo consecutivo dei giallorossi


Rudi Garcia (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

25/09/2013 23:37

SAMPDORIA ROMA GARCIA/ ROMA - E' un Rudi Garcia molto soddisfatto quello che si presenta ai microfoni di 'Sky Sport' al termine di Sampdoria-Roma. Non potrebbe essere altrimenti dopo il quinto successo consecutivo in campionato che proietta i giallorossi da soli in testa alla classifica.

FILOTTO - "Quella di stasera è stata una bella vittoria - ha esordito Garcia - abbiamo giocato tre volte fuori casa e non era facile arrivare a punteggio pieno dopo le prime cinque gare di campionato".

PRIMATO - "Il primo posto in classifica? Il merito è dei miei giocatori. Loro lavorano bene tutti insieme, hanno voglia di far bene per i nostri tifosi. Oggi hanno giocato bene anche Dodò, Marquinho e Borriello, gente poco utilizzata fino ad ora. Questo stato d'animo del gruppo è una cosa molto importante per il futuro".

FASE DIFENSIVA - "De Sanctis ha fatto una grande parata questa sera ma il merito è di tutta la squadra, non solo del reparto difensivo. Benatia ha segnato un gol bellissimo in slalom, poteva fermarsi e cercare il rigore ma ha continuato andando a rete. Questo è il simbolo della nostra squadra".

TOTTI - "Francesco Totti è un fuoriclasse, uno dei più grandi giocatori della storia del calcio. Appena entrato ha servito uno splendido assist a Gervinho. Oggi abbiamo centrato il quinto successo consecutivo, sarà ancora più bello entrare nella storia della Roma alla fine della stagione".

GRUPPO - "Era facile gestire questo spogliatoio perché tutti i giocatori volevano fare qualcosa di importante. La cosa difficile era convincerli di avere le carte in regola per dire la nostra".

DERBY E AMBIZIONI - "Il derby? Era una partita fondamentale che abbiamo vinto. Ambizioni? E' ancora presto, dobbiamo aspettare prima di fare bilanci. Se ho cantato l'inno della Roma insieme a Pallotta? Lo ascolto sempre dento la mia auto".




Commenta con Facebook