• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-MILAN

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-MILAN

Un finale pazzesco salva la squadra di Allegri dopo una gara piena di errori. Non brillano nemmeno i felsinei


Partita colma di errori al 'Dall'Ara' (Getty Images)
Stefano Carnevali (Twitter: @stefano_kaiser)

25/09/2013 22:53

PAGELLE TABELLINO BOLOGNA-MILAN/BOLOGNA - Non è un Milan brillante quello in campo a Bologna ma i felsinei, per lunghi tratti, non si dimostrano più in salute. I rossoneri sprecano tantissimo davanti e, dietro, commettono errori in serie. Il Bologna è cinico, sfruttando ogni occasione e senza brillare. Poi la folle rimonta nel recupero da parte degli uomini di Allegri e la clamorosa traversa finale di Diamanti. Brutte prestazioni per le due difese, nel Milan si salvano De JongPoli e Robinho. Troppi gli errori di Matri. Pessimo Nocerino. Nel Bologna convince Curci e impressionano la doppietta dello scostante Laxalt, così come il coraggio di Diamanti.

 

BOLOGNA 

Curci 7 - Inzia un po' insicuro ma nel finale di tempo si esalta con due parate consecutive e decisive. Nella ripresa è insuperabile fino al clamoroso recupero di gara. 

Garics 6,5 - Brillante. Fa bene le due fasi. Per lunghi tratti è il migliore dei suoi.

Antonsson 5  - Balla non poco: il Milan non spinge con continuità, ma quando lo fa entra sempre in area con facilità. 

Mantonvani 5 - Alti e bassi, soprattutto nel controllo di Matri. Spesso graziato dalla macchinosità delle punte rossonere, affonda nel finale.

Morleo 5  - Molto carico ma non traduce le motivazioni in risultati davvero apprezzabili. Balla un po' in tutte e due le fasi.

Perez 6  - Cerca di proteggere la difesa, ma balla non poco. E non è che abbia di fronte una mediana rossonera particolarmente ispirata. Via via guadagna sicurezza e colpisce anche una traversa. Dall'85' Krhin SV -.

Pazienza 5,5 - Dovrebbe dettare i ritmi del Bologna ma sbaglia davvero tantissimo. Dal 65' Della Rocca 5 - Entra per 'congelare' la gara, ma in realtà partecipa al crollo finale. 

Christodoulopoulos 6,5 - Vivace anche lui, contribuisce a decentrare il gioco e a portare palla in avanti. E' sulla destra che il Bologna risulta maggiormente propositivo. Un po' meno pimpante nella ripresa, ma firma l'assist per il secondo gol di Laxalt. Esce a 'missione apparentemente compiuta', prima del pazzo finale di gara. Dal 79' Sorensen SV -.

Diamanti 6,5 - Molto nervoso, vorrebbe caricarsi il Bologna sulle spalle ma invece finisce per litigare un po' con tutti. Dopo un primo tempo 'così così', cresc di molto: apprezzabili i suoi ripiegamenti e il suo coraggio. All'ultimo secondo coglie una traversa clamorosa. 

Laxalt 7 - Fa moltissima fatica se si tratta di difendere. Meglio in avanti, quando taglia alle spalle di Cristaldo per inserirsi in area. Non è continuo, ma la sua doppietta è pesantissima.

Cristaldo 6 - Brutto primo tempo, in cui Zapata lo cancella dal campo. Graziato da Tagliavento per un vero e proprio placcaggio su Robinho in area. Nella ripresa non è che migliori molto, ma trova il guizzo per il clamoroso 3-1 per il Bologna. 

All: Pioli 5,5  - Il Milan non brilla certo per autorevolezza e propositività, ma il Bologna riesce addirittura a fare peggio, soffrendo per tutta la fase centrale del primo tempo. La manovra stenta  a decollare e il pari arriva solo per una 'dormita' della difesa avversaria. Colpisce però la spietatezza dei felsinei: il Milan spreca, il Bologna no. Terribile il crollo finale.

 

MILAN

Abbiati 5 - Non è molto sollecitato ma su Laxalt, nel primo tempo, compie davvero un bell'intervento. Poco reattivo sui gol e aiutato due volte dalla traversa

Abate 5,5 - Conferma le buone impressioni 'atletiche' lasciate dalla partita con il Napoli: spinta costante e buoni ripiegamenti ma 'rispolvera' i prorpi limiti difensivi sui gol di Laxalt. Firma però il clamoroso gol del pareggio in pieno recupero. Il piatto della bilancia resta, di poco, negativo.

Zapata 5 - E' lui a badare a Cristaldo: ha buon gioco per tutto il primo tempo, 'mangiandosi' l'argentino. Gravemente compartecipe nel pasticcio sul gol di Laxalt e ripresa da incubo.

Mexes 5 - Versione 'cattiva' del francese: spesso deconcentrato, affonda sul 3-1 di Cristaldo ed è sfortunato sulla traversa colpita a metà ripresa. Secondo tempo difensivamente improponibile.  

Constant 5,5  - Intendiamoci, è tutt'altro che un fenomeno, ma rispetto ad Emanuelson - recentemente proposto più volte come terzino sinistro - è davvero rilevante: l'ex genoano, infatti, è molto più fisico e propostivo dell'olandese. E se la vede pure con i giocatori del Bologna più pimpanti. Crolla nella ripresa.

Poli 6 - E' da subito - per quanto piuttosto impreciso - il più propositivo della mediana. Bravo, come sempre a inserirsi, porta in vantaggio il Milan con un bel diagonale. Nella seconda parte di gara si eclissa.

De Jong 6 - Dopo 8' è punito con un giallo davvero severo, poi disputa una partita ordinata ma senza particolari 'guizzi'. 

Nocerino 4 - 74 minuti di inutilità e latitanza. Dal 74' Muntari SV -.

Birsa 5 - Dopo un avvio timido, trova la propria posizione e comincia a creare fastidi al Bologna. Bello l'assist al 25' che Matri spreca clamorosamente. Nel secondo tempo si rivela sempre macchinoso e abulico, giustificando il poco spazio avuto nelle scorse annate in Genoa e Torino. Dal 63' Niang 5,5 - Si muove, confuso e incerto. Qualche palla gli arriva anche, ma non ha più nè la cattiveria nè la spontaneità viste all'inizio della sua avventura in rossonero. Calcia una bella punizione sventata da Curci.

Robinho 6,5 - Dopo un avvio, al solito, poco pimpante si inventa il passaggio per mandare Poli in porta. Poi scompare di nuovo fino al 33', quando con ogni probabilità si guadagna un rigore che Taglavento non vede. Riesce anchea  divorarsi un gol nel finale di tempo. Comincia bene la ripresa con un ulteriore assist sprecato da Matri e qualche buona intuizione. Quando tutto è perduto, paradossalmente, comincia a giocarsela con maggiore intensità: segna il 3-2 e innesca il pari di Abate.

Matri 5 - Sembra piuttosto appesantito e macchinoso. Ha tanta voglia di gol, ma al 25' se ne divora uno facile facile, solo davanti a Curci. Altro erroraccio a inizio ripresa su assist di Binho. Poi tanta confusione.

All: Allegri 5,5 - Non è un Milan 'di personalità', come quello visto per lunghi tratti contro il Napoli. Dopo il vantaggio acquisito le cose vanno meglio e i rossoneri creano numerose occasioni. Poi la dormita difensiva che costa il gol di Laxalt. Il Milan prova a reagire, ma il gran possesso palla si concretizza solo in un discreto numero di occasioni fallite. Troppo poco, contro questo Bologna incerto. Tutto questo sprecare e un'altra dormita della difesa consentono addirittura il vantaggio felsineo. Da quel punto in poi crollano le certezze e la squadra affonda. Nel finale un'altra clamorosa rimonta 'di nervi', ma le incertezze restano tante.

 

Arbitro: Tagliavento 5 - Dopo 8' il giallo a De Jong pare davvero esagerato. Al 33' non vede un placcaggio piuttosto netto di Garics su Robinho. Capovolgimento di fronte e gol del Bologna. Per il resto gestione complicata, che non contribuisce a rassenerare gli animi.

 

BOLOGNA-MILAN 3-3

BOLOGNA (4-2-3-1): Curci; Garics, Antonsson, Mantovani, Morleo; Perez (85' Krhin), Pazienza (65' Della Rocca); Christodoulopoulos (79' Sorensen), Diamanti, Laxalt; Cristaldo. All: Pioli

MILAN (4-3-2-1): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Poli (90' Emanuelson), De Jong, Nocerino (74' Muntari); Birsa (63' Niang), Robinho, Matri. All: Allegri

Arbitro: Tagliavento

Marcatori: Poli 12' (M) 33' e 53' Laxalt, 61' Cristaldo (B); 89' Robinho, 92' Abate (M)

Ammoniti: 8' De Jong, 79' Niang (M); 31' Pazienza, 43' Christodoulopoulos, 60' Mantovani, 88' Diamanti (B)

Espulsi

Note:




Commenta con Facebook