• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Fiorentina, Mazzarri: "Milito non partira' titolare. Presto per parlare di obiettivi&

Inter-Fiorentina, Mazzarri: "Milito non partira' titolare. Presto per parlare di obiettivi"

Il tecnico nerazzurro parla alla vigilia della sfida contro la formazione viola


Mazzarri (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

25/09/2013 18:40

INTER FIORENTINA CONFERENZA MAZZARRI / MILANO - Altra prova verità per l'Inter di Mazzarri: dopo aver tenuto testa alla Juventus e aver sorpreso tutti in questo avvio di stagione, i nerazzurri sono chiamati a confermare il buon momento di forma contro la Fiorentina. Alla vigilia del match contro i viola, parla in conferenza stampa Walter Mazzarri: Calciomercato.it seguirà per voi in diretta le dichiarazioni del tecnico toscano.

FIORENTINA - "Come principio ho sempre pensato di dover cogliere gli aspetti positivi sia da una vittoria che da una sconfitta e soprattutto dobbiamo prendere gli elementi utili per crescere. Fiorentina? È un altro step del processo di crescita di cui ho parlato, perché i viola hanno caratteristiche diverse sia dalla Juventus che dal Sassuolo: per noi sarà un'ennessima prova. La Fiorentina non dà punti di riferimento, senza Gomez è difficile andarli a prendere. Giocano palla a terra, cercano il possesso palla: un atteggiamento diverso dalle squadre affrontate finora". 

MILITO - "La formazione non la voglio dare, però Diego non ha ancora i novanta minuti nelle gambe e non bisogna avere fretta. Il suo inserimento deve essere graduale, ma nel calcio moderno richiede il sacrificio di tutti per non subire in fase difensiva". 

OBIETTIVI- "Un bilancio parziale si potrà farlo alla fine del girone di andata, quando le hai incontrate tutte. Se a quel punto ci troveremo in una determinata situazione si potrà parlare di obiettivi, ora non ha senso".

KOVACIC - "Nel calcio moderno conta lo stato di forma e poi quando si entra in campo e fai uno spezzone di partita puoi essere importante. Kovacic ha perso un mese e mezzo. Quando starà bene soffierà il posto a chi è titolare in questo momento". 

TURNOVER - "Quando giochi ogni tre giorni cerchi di palpare la condizione fisica, ma in questo caso non c'è bisogno sia per come si è svolta la partita con il Sassuolo, sia perché siamo a inizio stagione. NOn credo ci sia bisogno di fare cambi". 

ROSSI - "È un giocatore che mi è sempre piaciuto, l'ho sempre voluto: per me è un campione e la Fiorentina ha fatto bene a investire su di lui". 

MONTELLA - "Non voleva mai stare in panchina. Già si capiva che aveva personalità e i requisiti per fare l'allenatore". 

PALLE INATTIVE - "Lavoriamo molto sulle palle inattive, ma è una casualità che non abbiamo ancora segnato da calci piazzati".

WALLACE - "È quello che ha più bisogno di crescere. L'ho schierato in una partita dove il risultato era sicuro perché ho bisogno di fare risultato".

ALVAREZ - "Ricky deve avere equilibrio, l'allenatore deve dare equilibrio più di chiunque altro. Lo sanno tutti che a me piaceva".

ICARDI E BELFODIL - "Nel calcio si gioca in undici: per far giocare loro chi devo levare? La squadra sta giocando bene, sta facendo risultati: non c'è motivo per cambiare, lo sanno anche i ragazzi".




Commenta con Facebook