• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-SAMPDORIA

Disastro Agazzi, cuore De Silvestri. Ekdal incanta mentre Gabbiadini lotta e segna


Lorenzo De Silvestri (Getty Images)
Samuele Perotti

21/09/2013 20:35

 

PAGELLE E TABELLINO CAGLIARI-SAMPDORIA / TRIESTE – Il Cagliari butta al vento una vittoria meritata a causa di un finale rocambolesco. Le papere di Agazzi spianano la strada a Gabbiadini e De Silvestri che sono apparsi i biancocelesti più brillanti. Il sardi mettono in mostra un ottimo gioco palla a terra, grazie alle prove super dei loro centrocampisti Ekdal e Conti. Nella Sampdoria male l’islandese Bjarnason mentre è positivo l’esordio del giovane Gavazzi.

 

CAGLIARI

Agazzi 4 – Nel primo tempo sbaglia un disimpegno coi piedi ma i doriani lo graziano. Nella ripresa è clamorosa la papera con cui regala il pareggio alla Sampdoria. Incerto anche sul definitivo 2-2 di De Silvestri.

Perico 6 – Prova equilibrata per lui che non soffre in difesa e si fa vedere in qualche circostanza in attacco.

Rossettini 5.5 – La mette sul piano fisico e ne esce sempre vincitore, fino ai minuti finali quando viene risucchiato anche lui dal rocambolesco finale.

Astori 6 – Ha ridato sicurezza al reparto arretrato del Cagliari. Non sbaglia un colpo ed è elegante anche con il pallone tra i piedi

Murru 6 – Grande duello con De Silvestri. Soffre ancora un po’ in fase difensiva ma è instancabile e come vede lo spazio, spinge con successo sulla sua fascia di competenza.

Ekdal 7 – Quantità e qualità al servizio della squadra. Assist, dialoghi sullo stretto, un gran goal e tanti palloni recuperati per lui che sa anche farsi rispettare in mezzo al campo.

Conti 6.5 – La solita diga in mezzo al campo. Perde qualche pallone di troppo ma si fa perdonare con la punizione del momentaneo 2-1. Preso dall’entusiasmo salta a vuoto e De Silvestri lo punisce dal limite.

Nainggolan 6 – Dovrebbe essere il regista cagliaritano ma questa sera evidenzia tutte le sue doti da mastino. Intercetta molti palloni ma è troppo confusionario in fase di ripartenza.

Cossu 6.5 – Pimpante come ai bei tempi. Corre tantissimo, attacca gli spazi e cerca scambi sullo stretto con i compagni. Perde lucidità e spesso si perde sul più bello. Dal 68’ Ibraimi s.v.

Pinilla 6.5 – Nei sedici metri finali non si rende mai pericoloso ma fa tanto lavoro sporco. Tiene palla e fa salire la squadra, pressa i difensori liguri e se c’è bisogno ripiega anche in difesa. 

Sau 5.5 – Lotta, corre, prova i triangoli con i compagni ma non incide mai e troppo spesso sbaglia la giocata conclusiva. Le doti tecniche non si discutono. Dal 72’ Ibarbo 5.5 ha l’occasione per chiudere la partita ma temporeggia in aria e si fa recuperare.

Lopez 6 – Il primo tempo della sua squadra è spettacolare. Nella ripresa però il Cagliari commette l’errore di accontentarsi.

 

SAMPDORIA

Da Costa 6 – Incolpevole sui due goal nella ripresa tiene a galla la Samp facendosi trovare pronto su Nainggolan e Pinilla.

Gastaldello  6 – Rude come al solito, fatica sullo stretto ma se la cava con l’esperienza. Sempre pericoloso quando avanza sui calci d’angolo.

Palombo 5 – Rossi l’ha inventato difensore ma l’anima da centrocampista riemerge in occasione del goal, quando da ultimo uomo sbaglia il movimento e lascia passare Ekdal.

Costa 6 – Puntuale sia sui palloni alti che nelle chiusure non commette errori degni di nota. 

De Silvestri 7 – Non tira mai indietro il piede, rincorre gli avversari. Quando va sul fondo crea sempre pericoli ed in difesa è fondamentale con alcune chiusure difensive. Realizza il gol del 2-2 ma la deviazione di Gabbiadini gli toglie il nome dal tabellino.

Obiang 6 – Lotta come un leone in mezzo al campo e quando può si butta in attacco per creare superiorità. Ingenuo in occasione del goal quando non ferma Ekdal con un fallo tattico.

Kristicic 5.5 – Nasce trequartista e quello è il ruolo che gli si addice di più. Gioca bene con il pallone tra i piedi ma è troppo lento. In interdizione è ancora acerbo e scopre la difesa. Colpevole sulla punizione di Conti quando si stacca dalla barriera.

Gavazzi 6 – Paga l’emozione dell’esordio in serie A ma dopo un brutto avvio prende coraggio e mette in mostra buone doti atletiche. Dal 73’ Barillà sv.

Bjarnason 5 – Altra prova opaca per l’islandese che fatica a ritrovare la condizione di Pescara. Non attacca gli spazi vuoti e soprattutto non supporta le punte. Meglio in interdizione. Dal 46’ Sansone 6 – Da dinamismo e qualità all’attacco della Sampdoria anche se non è costante.

Wszolek 5.5 – Esordio timido per il polacco che pur dimostrando buone doti tecniche sbaglia troppo spesso la giocata. Trova con un po’ di fortuna il goal ma gli viene ingiustamente annullato.  Dal 57’ Pozzi 6 – nel finale convulso da peso all’attacco sampdoriano e crea confusione in aria.

Gabbiadini 6.5 – Il ruolo da prima punta lo limita ma lui si sbatte e soprattutto nel primo tempo è l’unico che prova a metterci un po’ di qualità. Prima ringrazia Agazzi che gli concede il goal su un tiro debole e con una deviazione beffarda realizza il goal del 2-2.

Rossi 5.5 – Troppo timida nel primo tempo, confusionaria nella ripresa. Le prova tutte e grazie ad un clamoroso finale trova il pareggio ma la migliore Samp non può essere questa. 

Arbitro: Marco Di Bello 6 – Arbitra con personalità, lasciando giocare molto. Lo tradisce solo l’assistente Manganelli quando annulla ingiustamente il goal di Wszolek.

 

TABELLINO

CAGLIARI-SAMPDORIA 2-2

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Perico, Rossettini, Astori, Murru; Ekdal, Conti, Nainggolan; Cossu (68’ Ibraimi); Pinilla, Sau (72’ Ibarbo). Allenatore: Lopez. 

SAMPDORIA (3-4-2-1): Da Costa; Gastaldello, Palombo, Costa; De Silvestri, Obiang, Krsticic, Gavazzi (73’ Barillà); Bjarnason (46’ Sansone), Wszolek (57’ Pozzi); Gabbiadini. Allenatore: Rossi.

Arbitro: Di Bello di Brindisi.

Marcatori: 26’ Ekdal (C), 89’ Gabbiadini (S), 91’ Conti (C), 93’ Gabbiadini (S).

Ammoniti: 29’ Wszolek (S), 31’ Conti (C), 57’ Obiang (S), 71’ Ekdal (C), 82’ Gastaldello (S), 84’ Rossettini (C).

 




Commenta con Facebook