• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Parma, Felipe: "Cassano ha voglia, siamo forti. Tevez? Il vero colpo e' un altro"

Parma, Felipe: "Cassano ha voglia, siamo forti. Tevez? Il vero colpo e' un altro"

Il difensore brasiliano sorride per il suo approdo in Emilia



20/09/2013 11:31

PARMA INTERVISTA FELIPE / PARMA - Dopo aver girato ramingo per qualche anno (Fiorentina, Cesena, di nuovo Fiorentina, e Siena), il brasiliano Felipe sembra aver ritrovato la sua dimensione a Parma, dove è arrivato quest'estate firmando un contratto quadriennale: "Come mi trovo a Parma? Benissimo, è una bellissima città e una società molto organizzata. Poi conoscevo tanti giocatori che militano qui, quindi è stato tutto facile. Inoltre so come lavora Leonardi", racconta il difensore a 'sportal.it'.

AVVIO STENTATO - "Siamo una buona squadra. Abbiamo anche avuto due infortuni importanti, come quelli di Paletta e Galloppa ma, anche contro la Roma, abbiamo giocato bene, risultato a parte. Comunque, siamo forti e c'è un Cassano che ha tanta voglia di far bene. Ora abbiamo la sfida con il Catania che è un'ottima squadra. Dovremo stare attenti alle ripartenze e a non farci condizionare dall'ambiente che troveremo. Comunque siamo in crescita e giocheremo per vincere. Poi è l'anno del centenario e tutti ci teniamo a far bene. Non possiamo fallire, neppure io, per me è un anno decisivo...".

CORSA SCUDETTO - "Il Napoli si è rinforzato tanto ma la Juventus, secondo me, ha qualcosa più di tutte le altre. Ha un mister che li tiene sempre concentrati e determinati, uno tosto, come la Juve".

IL COLPO DI MERCATO - "Tevez? No, secondo me Kakà. Ha tanta voglia di far vedere di essere ancora un grandissimo giocatore, ha carisma. Ora si è dovuto fermare ma, secondo me, farà grandi cose".

L'AVVERSARIO PIU' DIFFICILE - "Sicuramente Inzaghi. Un vero incubo. Ricordo una gara con l'Udinese. Vincevamo 1-0, a 10' dalla fine è entrato Inzaghi e, da solo, ha messo in difficoltà tutta la nostra difesa. Davvero pazzesco".

A.B.

 




Commenta con Facebook