• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio-Chievo, Lotito: "Il tifoso deve tifare e basta. Yilmaz? Ho fatto bene a non prenderlo&quo

Lazio-Chievo, Lotito: "Il tifoso deve tifare e basta. Yilmaz? Ho fatto bene a non prenderlo"

Il presidente torna sulla contestazione di ieri nei suoi confronti


Claudio Lotito (Getty Images)
Marco Di Federico

16/09/2013 09:21

LAZIO CHIEVO LOTITO CONTESTAZIONE TIFOSI / ROMA - Il mancato arrivo di Burak Yilmaz ed un calciomercato non considerato all'altezza ha portato i tifosi della Lazio ad esprimere ieri tutta la loro rabbia verso Claudio Lotito, con una contestazione allo stadio 'Olimpico' durante la gara contro il Chievo Verona. Il patron dei biancocelesti rispedisce per l'ennesima volta al mittente le accuse. "Il tifoso deve fare il tifoso, andare allo stadio e sostenere la squadra. Poi, a fine stagione, se le cose vanno male hanno il diritto di criticare, ma farlo preventivamente non ha senso - le parole del patron a 'Radio Anch'io lo Sport' - Noi ci confrontiamo con squadre come Inter, Milan o Juventus che fatturano molto più di noi: quello che riusciamo a fare lo facciamo grazie alla nostra capacità gestionale. In più pago 6 milioni l'anno allo Stato per colpe non mie".

YILMAZ - "Non era nei nostri piani come obiettivo iniziale, avevamo il problema di tesserare Perea ed era lui il nostro rinforzo. Ce lo hanno offerto, lo abbiamo trattato trovando anche l'accordo, poi purtroppo si è presentato l'agente del giocatore chiedendo una commissione del 10% sul lordo con pagamento immediato. Si tratta di estorsione, ho fatto bene a non prenderlo: Yilmaz ha pure 28 anni, è nella fase calante della sua carriera. Purtroppo tanti giocatori sono schiavi nelle mani degli agenti, contano anche più dei parenti. Bisogna intervenire per abolire queste forme di esorsione".

PETKOVIC - "Abbiamo due appuntamenti importanti in pochi giorni. Prima giovedì, poi il derby. Mi auguro di fare una cavalcata europea come lo scorso anno, abbiamo le potenzialità per confrontarci alla pari con tutti. Il nostro allenatore riesce a cambiare la squadra anche a partita in corso come accaduto ieri, i fatti gli danno ragione".

CHINAGLIA - "Io ho avuto con lui delle problematiche, ma lui come giocatore è stato un rappresentante importante della nostra storia e va tramandato per sempre ai posteri".




Commenta con Facebook