• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inghilterra > Chelsea, Eto'o rivela: "Odiavo Mourinho, ora siamo grandi amici"

Chelsea, Eto'o rivela: "Odiavo Mourinho, ora siamo grandi amici"

L'attaccante camerunense ha parlato del suo rapporto con l'allenatore e dei suoi obiettivi personali


Jose' Mourinho (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

13/09/2013 11:15

CHELSEA ETO'O MOURINHO CHAMPIONS LEAGUE ANZHI / LONDRA (Inghilterra) - Samuel Eto'o, attaccante del Chelsea, ha rilasciato a 'The Sun' la sua prima intervista 'inglese' dopo il suo trasferimento al Chelsea.

MOURINHO - "Prima di incontrarlo all’Inter, i nostri rapporti erano tesi e una volta dissi che non avrei mai giocato in un club allenato da lui. Dio, però, ha voluto farmi vedere quanto mi sbagliavo e ora noi due siamo amici, lui è di nuovo il mio allenatore ed è un piacere lavorare insieme ancora una volta e far parte di una grande squadra. José è un uomo dalle idee molte chiare, che va dritto al punto e dice le cose in faccia, tutte qualità fondamentali per uno che fa il suo mestiere, ecco perché non riesco a scegliere solo un pregio per descriverlo. Eravamo rimasti in contatto e quando mi sono reso conto che il Chelsea mi voleva, le cose sono andate a posto in fretta".

ANZHI - "Un uomo ricco si potrebbe mai stancare di essere ricco? Quando sono andato all’Anzhi dicevano che l’avevo fatto per i soldi, in realtà a spingermi era stata la sfida di portare il club dall’ultimo posto al primo ed è esattamente quello che ho fatto. Tutto quello che volevo quando ho iniziato a giocare era diventare il numero uno al mondo e per essere il migliore dovevo vincere e lavorare sodo. E il giorno in cui smetterò di avere fame di successi sarà anche quello in cui smetterò di giocare".

CHAMPIONS LEAGUE - "Abbiamo le stesse loro probabilità di vincerla; del resto, quand’ero all’Inter, nessuno avrebbe scommesso un penny su di noi nella semifinale contro il Barcellona e invece, abbiamo vinto. Nel calcio, se vuoi vincere devi prima di tutto crederci, perchè così facendo sei già a metà del viaggio verso il successo".

WILLIAN - "È uno dei migliori talenti della sua generazione e può ancora migliorare".




Commenta con Facebook