• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > SPECIALE INTER-JUVENTUS: tutte le sfide di mercato

SPECIALE INTER-JUVENTUS: tutte le sfide di mercato

Quando lo scontro si sposta dal campo alla scrivania


Juan Camilo Zuniga (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

12/09/2013 15:05

CALCIOMERCATO INTER JUVENTUS SERIE A BASELLI ZUNIGA KEMPF / ROMA- Sabato alle 18 Inter e Juventus scenderanno in campo per dare vita all'ennesimo derby d'Italia. Una sfida che vale molto più dei 3 punti in palio e che, come spesso accade tra società rivali, è presente anche in sede di mercato. Tanti gli obiettivi comuni che hanno generato schermaglie e malumori. Andiamo ad analizzare i più recenti.

JUAN CAMILO ZUNIGA – L'esterno colombiano del Napoli è un pallino dei due allenatori, Walter Mazzarri ed Antonio Conte. Il primo lo ha allenato nella città partenopea, plasmandolo fino a farlo diventare un giocatore di assoluto valore. Il secondo lo vede come l'interprete ideale del suo sistema di gioco preferito, il 3-5-2. Quest'estate Zuniga, in scadenza con il Napoli nel 2014, è stato corteggiato a lungo da entrambi i club ma alla fine è rimasto nella città partenopea ed ora potrebbe anche prolungare la sua permanenza in Campania.

DANIELE BASELLI – Come riporta la nostra esclusiva, si tratta dell'ultimo duello di mercato in ordine di tempo. Il giocatore è un regista classe '92 di grande avvenire, attualmente in forza all'Atalanta. Osservatori bianconeri e nerazzurri erano presenti allo stadio 'Atleti Azzurri d'Italia' domenica 1 settembre per visionare il talento ex Cittadella (impegnato contro il Torino), che interessa anche a Milan e Fiorentina. Si prospetta un lungo testa a testa per uno dei talenti più interessanti provenienti dalla Serie B.

MARQUINHO – Doveva essere il colpo last-minute per entrambe le società, ma alla fine è rimasto a Roma a vestire la casacca giallorossa. Il centrocampista brasiliano classe '86 è un giocatore molto duttile capace di giocare sulla fascia mancina, ma anche come interno sinistro. Per questo motivo l'Inter aveva pensato a lui in caso di addio di Pereira, mentre la Juventus avrebbe voluto inserirlo nella trattativa che avrebbe dovuto portare Fabio Quagliarella nella capitale. Alla fine questi scenari non si sono concretizzati, ma c'è da scommettere che a gennaio il discorso di potrà riaprire.

MARC-OLIVER KEMPF – In Germania è considerato uno dei difensori più promettenti. Il mancino dell'Eintracht Francoforte, 18 anni compiuti lo scorso gennaio, ha rifiutato in extremis il trasferimento alla Juventus, come spiegato nella nostra esclusiva. La trattativa era in fase avanzata e mancava solamente il 'si' del giocatore che però non è arrivato. Anche l'Inter di Mazzarri era molto interessata al ragazzo (come spieghiamo in questa nostra esclusiva) al punto di arrivare a compiere una vera e propria azione di disturbo nei confronti della società bianconera, senza però avere successo.

DARYL JANMAAT – Anche per questa trattativa, così come nel caso di Zuniga, un ruolo chiave l'ha avuto Mauricio Isla. Il cileno della Juventus è stato l'obiettivo principale di Walter Mazzarri e nonostante le resistenze della società bianconera (che però non lo considerava incedibile) Ecco perchè i nerazzurri avevano deciso di virare sul Daryl Janmaat, esterno destro classe '89 del Feyenoord. Discorso simile per la Juventus che cercava un vice-Lichtsteiner affidabile. Le trattative parallele non sono poi andate in porto, con Isla che è rimasto in bianconero per giocarsi le sue chances.

ALEXIS SANCHEZ – Più che un vero duello di mercato, si è trattato di una suggestione comune. Alexis Sanchez infatti non ha mai espresso la volontà di lasciare il Barcellona. Il club 'Blaugrana' però ha provato a venderlo, e sia l'Inter che la Juventus ci hanno pensato seriamente, senza però svolgere passi concreti.

 

 




Commenta con Facebook