• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Cesare Maldini su Prandelli, Nazionale e Serie A

Cesare Maldini su Prandelli, Nazionale e Serie A

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva l'ex ct della Nazionale maggiore e Under 21


Cesare Maldini (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

09/09/2013 11:05

CALCIOMERCATO ITALIA ESCLUSIVO CESARE MALDINI FUTURO PRANDELLI UNDER 21 / ROMA - In casa 'Azzurri' tiene banco il discorso relativo al futuro di Cesare Prandelli, in odor di addio dopo i Mondiali che - previa qualificazione - vedranno impegnata la Nazionale in Brasile nell'estate 2014. Calciomercato.It ha intervistato in esclusiva Cesare Maldini, ex commissario tecnico di Nazionale Maggiore (1996-1998) e Under 21 (1986-1996), per chiedere il suo autorevole parere sulla vicenda.

FUTURO PRANDELLI - "Secondo me è sbagliato parlarne adesso - esordisce Cesare Maldini ai microfoni di Calciomercato.it - A qualificazione avvenuta, invece, sarebbe tutto un altro discorso. Non ho davvero idea se Prandelli abbia o meno intenzione di lasciare. Io ci penserei molto prima di farlo, mi sono trovato molto bene nei miei anni in Nazionale; ovviamente, però, ognuno fa le sue personali valutazioni. Quando avverrà l'annuncio? Secondo me la federazione parlerà presto, prima del Mondiale in Brasile. Non credo che i calciatori ne risentiranno, ormai nel calcio di oggi si è abituati a tutto. Per l'eventuale sostituto si stanno facendo molti nomi, uno di questi probabilmente sarà quello giusto. Mio figlio Paolo? Lui non farà mai l'allenatore, neanche se lo chiamasse la federazione".

UNDER 21 - "Sto seguendo il nuovo corso di Di Biagio - spiega Maldini in esclusiva a Calciomercato.it - e mi è dispiaciuto molto per come è andata la partita contro il Belgio. Hanno incontrato una squadra forte, con ottime individualità. Per quanto riguarda gli 'azzurrini', invece, ho l'impressione che sia un gruppo un po' particolare. Mi spiego: quando si è commissari tecnici di una nazionale giovanile, bisogna anche essere fortunati a trovare l'annata giusta; ecco, per quanto ho avuto modo di vedere contro il Belgio, i giocatori hanno mostrato 'pochino' sul campo, anche se è presto per giudicare il materiale tecnico a disposizione di Di Biagio".

SERIE A - Questo il pensiero di Cesare Maldini sul campionato appena iniziato: "Mi sembra lo stesso leit-motiv degli scorsi anni. C'è una squadra che corre, la Juventus, e altre che inseguono dietro, chi meglio e chi peggio. E' presto, comunque, per sbilanciarsi su un'eventuale antagonista dei bianconeri. In ottica Europa - conclude Maldini a Calciomercato.it - vedo la Juve ancora un po' indietro, possono avere qualche problema".




Commenta con Facebook