• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > Mondiale 2014, qualificazioni: ecco tutte le partite di oggi

Mondiale 2014, qualificazioni: ecco tutte le partite di oggi

Il punto sulle squadre in campo e sui gironi della zona Uefa


(Getty Images)
Hervé Sacchi

06/09/2013 12:30

SPECIALE QUALIFICAZIONI MONDIALI PROGRAMMA 6 SETTEMBRE ITALIA SPAGNA FRANCIA GERMANIA OLANDA / ROMA - Dopo la Confederations Cup e i test amichevoli di metà agosto, si torna a far sul serio. Le Nazionali scendono in campo alla caccia di un posto al prossimo Mondiale brasiliano. Due i turni di gara previsti in questa settimana. In pratica, in poco meno di cinque giorni ci si gioca quasi tutto. Ricordiamo che le prime qualificate di ogni girone vanno dritte in Brasile, mentre le otto migliori seconde (dei nove gironi) disputeranno il playoff con partite di andata e ritorno. La curiosità è che, al momento, è l'Inghilterra ad essere considerata fuori dalla competizione, in virtù di un punteggio che non tiene conto degli scontri contro le ultime classificate di ogni raggruppamento. La Nazionale di Hodgson ha, infatti, già disputato entrambe le partite contro il fanalino di coda San Marino.
Andiamo a vedere, dunque, quali match ci attendono questa sera nel panorama europeo.

GRUPPO A - E' una lotta tra prima e seconda, ovvero tra Belgio (19 punti) e Croazia (16). Entrambe hanno già disputato sette partite su dieci, ma manca ancora lo scontro diretto che, tuttavia, andrà in scena il prossimo 11 ottobre (a Zagabria). Sebbene le altre squadre siano tagliate fuori, quasi matematicamente, in serata ci potrebbero essere comunque delle sorprese. Il Belgio va in Scozia, mentre la Croazia sarà a Belgrado contro la Serbia. Partite difficili, soprattutto dal punto di vista del clima sugli spalti. Chiudono il programma del girone Macedonia e Galles.

GRUPPO B - L'Italia (14 punti) ha l'occasione di allungare sulla Bulgaria (10), seconda, e avversaria del match di questa sera a Palermo. Chi potrebbe rimanere in scia degli azzurri è la Repubblica Ceca (9), avversaria di Prandelli & co. martedì sera, che attende in casa l'Armenia (6). L'avversario caucasico non è da sottovalutare, considerando che una vittoria li rimetterebbe in corsa per il secondo posto. Stesso discorso per la Danimarca (6) che, stasera, disputerà la prima delle due partite contro Malta (l'altra sarà nell'ultimo turno).

GRUPPO C - Germania (16) e Austria (11) è da sempre più di una partita. Il teatro di questa partita sarà l'Allianz Arena. I tedeschi vantano cinque lunghezze sugli avversari, secondi nel girone al pari di Svezia e Irlanda, che saranno direttamente opposte. Poco rilevante il match tra Kazakistan e Isole Faer Oer.

GRUPPO D - Con sei vittorie in altrettante partite, il primato dell'Olanda è più che legittimato. Distante sette punti, troviamo l'Ungheria (11) che, stasera, dovrà quanto meno difendersi dall'attacco della Romania (10). Si gioca a Bucarest. Turno facile per la Turchia (7) che ospita Andorra, mentre l'Estonia (6) attende gli 'Orange'.

GRUPPO E - E' uno dei gironi più equilibrati. La differenza la sta facendo la Svizzera (14). Gli elvetici, tuttavia, dovranno ancora sudare per ottenere la qualificazione diretta. In serata se la vedranno contro l'Islanda (9), terza in una classifica che vede l'Albania (10) momentaneamente piazzata in orbita playoff. Le 'Aquile' volano in Slovenia (6), nella speranza di mantenere saldo il proprio piazzamento. Questo turno potrebbe agevolare la rincorsa della Norvegia (8) che attende, a Oslo, la Nazionale di Cipro (4).

GRUPPO F - Portogallo (14), Russia (12) e Israele (11). Tre squadre per due posti. Tutto è ancora in discussione e così sarà anche all'indomani dei rispettivi turni. Non ci sono scontri diretti. Chi rischia di più è la Nazionale lusitana, di scena a Belfast contro l'Irlanda del Nord. Gare casalinghe, invece, per le altre: la Russia di Fabio Capello ospita il Lussemburgo, mentre Israele giocherà contro l'Azerbaigian.

GRUPPO G - La Bosnia (16) di Edin Dzeko guida il girone. Lontana tre lunghezze, si accoda la Grecia (13). Gli ellenici non dovrebbero correre pericoli in Liechtenstein, mentre i bosniaci devono difendere le mura di casa dall'attacco della Slovacchia (9) di un Marek Hamsik in ottima forma. La Nazionale del trequartista napoletano è, di fatto, all'ultima spiaggia. Chiude il programma uno dei derby baltici tra Lettonia e Lituania.

GRUPPO H - Il Montenegro (14) è, momentaneamente, al primo posto. La Nazionale di Jovetic e Vucinic, tuttavia, vanta una gara in più che relega, così, l'Inghilterra (12) al secondo posto. Come detto in apertura, l'Inghilterra è al momento la peggiore delle seconde. Un fatto, tuttavia, piuttosto irrilevante allo stato attuale delle cose ma che, comunque, deve essere da stimolo per affrontare al meglio le prossime partite, ovvero quelle che verranno tenute in considerazione dalla speciale classifica. In attesa della trasferta a Kiev di martedì, i 'Tre Leoni' sfidano, a Wembley, la Moldavia. L'Ucraina (11), terza, attende San Marino. Chi può perdere terreno è proprio il Montenegro, di scena a Varsavia contro la Polonia (9) che, con una vittoria, riproporrebbe la sua candidatura per il secondo posto.

GRUPPO I - Il punto in più che la Spagna (11) vanta sulla Francia (10) rischia di rimanere immutato per le rimanenti tre gare. O almeno questo si augurano i Campioni d'Europa e del Mondo in carica, i quali sono volati a Helsinki per la gara contro la Finlandia (6), capace di strappare un pareggio nella gara d'andata a Gijon. Trasferta anche per la Francia, a caccia dei tre punti a Tbilisi contro la Georgia. Riposa la Bielorussia.

 

 

SCOMMETTI LIVE SULLE QUALIFICAZIONI A BRASILE 2014 CON L'INCREDIBILE PROMO PADDY POWER: BONUS DI 50 EURO E SE PERDI...VIENI RIMBORSATO!!! CLICCA QUI!

E RICORDATI DI GIOCARE RESPONSABILMENTE E CHE LE SCOMMESSE SONO VIETATE AI MINORI DI 18 ANNI

 




Commenta con Facebook