• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Kaka': "Qui per ritrovare la gioia di giocare". Galliani: "Scelta di cuore

Milan, Kaka': "Qui per ritrovare la gioia di giocare". Galliani: "Scelta di cuore e tecnica"

Il centrocampista brasiliano e' ritornato in rossonero dopo l'esperienza al Real Madrid


Kaka' (Sito Milan)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

05/09/2013 11:50

CALCIOMERCATO MILAN PRESENTAZIONE KAKA' CONFERENZA STAMPA / MILANO - Oggi è il giorno di Ricardo Kakà! Il centrocampista brasiliano, ritornato al Milan proprio sul finire della sessione di calciomercato estiva, viene presentato oggi in sala stampa.

KAKA': "Non sento alcun peso o responsabilità, voglio solo essere felice e contento coi tifosi rossoneri. Scolari? Ho un ottimo rapporto col ct, ma non ho parlato con lui prima di prendere questa decisione. Il Milan è una delle sette squadri più grandi in Europa e ha il dovere di puntare a vincere. Il Real Madrid? Non penso di aver fatto male rispetto alle opportunità che ho avuto".

GALLIANI: "Mentre Shevchenko fu lui a chiedere di andar via, Kakà non lo ha mai chiesto. Fu una decisione difficile ma giusta in quel momento. In quel famoso gennaio, il Manchester City aveva offerto una cifra molto importante, superiore a quella servita per acquistare Bale quest'anno, poi presidente e giocatore dissero di no. E poi arrivò il Real Madrid. Ma quello è passato!".

KAKA': "Ho sentito Berlusconi ed era molto contento. Ci siamo solo salutati, nulla di più. Mio padre? Ha difeso semplicemente i miei interessi. La trattativa è iniziata alle 17, a mezzanotte è arrivato a casa e mi ha spiegato tutto. Ho parlato con Caroline e abbiamo deciso assieme di ritornare. Lui mi ha consigliato di farlo. Ho chiamato Galliani cinque volte e non mi ha risposto inizialmente. Alle due e trentacinque abbiamo chiuso l'affare".

GALLIANI: "Voglio fare alcune puntualizzazioni: siamo i più bravi in Europa tra le italiane, gli unici ad aver raggiunto sempre il Group Stage di Champions League. Per quanto riguarda l'Italia, invece, negli ultimi cinque anni abbiamo totalizzato 378 punti, la Juventus 358, l'Inter 354. Abbiamo vinto uno Scudetto tre anni fa, due anni fa siamo stati in testa fino a aprile. Rivendico con orgoglio la storia e il presente del Milan. Ricky, non sei mica arrivato in una squadra di barboni! (ride n.d.r.)".

KAKA': "Penso che il Milan possa fare bene sia in Italia che in Europa".

GALLIANI: "Honda? Il mercato è finito da un giorno. Al mercato post-natalizio ne ripenseremo più tardi. Kakà resterà, non c'è alcuna intenzione di fare la staffetta con Honda. I tifosi ci ucciderebbero!".

KAKA': "Shevchenko? L'ho sentito qualche volta ma non abbiamo parlato del mio ritorno al Milan. Non è stata colpa di Mourinho se ho perso la voglia di giocare. Lui aveva altre idee, io sono stato sempre disponibile, infortuni a parte. Lui, comunque, non ha alcuna responsabilità, anzi mi ha insegnato molto. Balotelli? Sta facendo molto bene qui, è un grande giocatore. Possiamo fare bene insieme, con lui come con gli altri grandissimi attaccanti che ha a disposizione il Milan. Sono pronto per giocare, giovedì scorso ho giocato in amichevole col Real Madrid. Non so però quando raggiungerò il top dal punto di vista fisico".

GALLIANI: "In questi anni, io come tutti ero orfano di Kakà. Nel 2009 andarono via 15mila abbonati e non sono mai tornati negli anni. E' nata quest'empatia particolare. Ripeto però, che si tratta di un'operazione voluta sia dalla società che dall'allenatore, per tornare a giocare col trequartista".

KAKA': "L'esperienza al Real Madrid, dal punto di vista personale, è stata bella, nonostante sotto il profilo professionale non siano arrivati i risultati che tutti si aspettavano. Il Real Madrid è una grandissima società e sono molto contento di essere entrato a far parte della storia di quel club, seppur non come volevo. Avevo perso un po' la gioia di giocare a calcio, sono qui per ritrovarla. Ultimamente, il Real Madrid aveva altre idee per la rosa, quella di riportare giocatori giovani e spagnoli e ho capito che per me ci sarebbe stato sempre meno spazio".

GALLIANI: "La trattativa per Ricardo è partita quando è uscito Boateng, che è stato un affare nato e concluso in 24 ore. Ricky sostituisce Boateng dal punto di vista numerico".

KAKA': "Avere la possibilità di giocare con continuità è la motivazione più grande per me. Non ho avuto infortuni importanti in questi anni, sto bene. Sono abituato a un Milan vincente, le condizioni sono cambiate ma ci sono tanti calciatori bravi e penso che possiamo fare molto bene. Sono venuto qui per ritrovare la gioia di giocare al calcio, questo era il posto più bello per farlo. Non riuscirò mai a dimostrare all'esterno quello che ho provato in questi giorni. Dal punto di vista tattico, prima di sbilanciarmi voglio parlare prima con mister Allegri. Il mio ruolo è sempre stato quello di trequartista o di seconda punta, vedremo di cosa avrà bisogno questa squadra".

GALLIANI: "Mai come in questa trattativa abbiamo usato il cuore, ma il suo acquisto è stato concordato con l'allenatore: abbiamo pensato che Kakà fosse il giocatore giusto dal punto vista tecnico e tattico. Migliorerà ulteriormente la nostra squadra. Era una trattativa veramente 'difficilissimissima' ma alla fine l'abbiamo portata a termine. Vi rivelo un retroscena: dieci anni fa, Carlo Ancelotti mi chiamò dopo il primo allenamento di Kakà in rossonero e mi disse 'questo qua è un fenomeno!'. Il merito dell'arrivo di Kakà in rossonero all'epoca fu di Braida e Leonardo. Quest'anno, Ricardo stava vivendo una situazione particolare al Real Madrid, società che ci è venuta incontro in questo trasferimento. Ringrazio anche il giocatore perché ha dimostrato tangibilmente il suo affetto per il Milan facendo un grande sacrificio economico. Ci avevamo provato anche un anno fa e due anni fa. Quest'anno non avevo un appuntamento col Real Madrid, ma sono andato lì e siamo arrivati a una conclusione dopo una trattativa lunga".

KAKA': "Grazie per l'accoglienza veramente bella. Per me questi sono giorni veramente speciali, ieri ripercorrevo con mia moglie la mia prima esperienza in rossonero. Oggi sono ritornato a Milanello e mi è sembrato di non essere mai andato via. Ora, per me è una situazione nuova: tocca a me assumermi le responsabilità e aiutare i ragazzi più giovani, nonostante abbia ancora molto da imparare".

 

ORE 12:15 - Viene proiettato il video che ripercorre la carriera rossonera di Kakà con colonna sonora "Amici Mai" di Antonello Venditti.

GALLIANI: "E' con grande gioia, uso quest'espressione che non ho mai utilizzato per un nuovo acquisto, che presento il ritorno di Kakà al Milan. Sei anni al Milan, 270 partite, 95 gol, la Champions, il Pallone d'Oro... una storia fantastica che non si è mai interrotta. E' arrivato qui da ragazzino, ma già da Campione del Mondo, e ha vissuto con noi sei anni meravigliosi. Ora, finalmente il ritorno. Lui, nei nostri cuori, non è mai andato via. Ogni estate abbiamo provato a riprenderlo. Si è creato un legame affettivo che prescinde dalle partite e dai gol, un affetto incredibile. E' saputo entrare nel cuore dei tifosi rossoneri. Io non ho mai ricevuto così tanti complimenti come in questi tre giorni. Siamo molto orgogliosi e contenti di riaverlo qui con noi. Durante la trattativa col Real Madrid, Berlusconi mi ha chiamato quattro volte, sintomo che questa trattativa ha avuto un sentimento diverso rispetto alle altre. Bentornato Ricky!".

 

12:06 - Ricardo Kakà è entrato all'interno della sala stampa. Foto di rito prima dell'inizio ufficiale della conferenza stampa.


11: 50 - Presente anche Adriano Galliani. Prima dell'inizio della conferenza, verrà proiettato un video celebrativo con colonna sonora "Amici mai" di Antonello Venditti.




Commenta con Facebook