• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Alessandro Antinelli su Nazionale italiana

Alessandro Antinelli su Nazionale italiana

Calciomercato.it ha intervistato il giornalista di 'RaiSport', inviato al seguito degli Azzurri


Federico Scarponi

04/09/2013 12:31

NAZIONALE ESCLUSIVO ANTINELLI QUALIFICAZIONI CONVOCAZIONI FUTURO / ROMA - Dopo due giornate, il campionato si ferma per dare spazio alla Nazionale. I ragazzi di Cesare Prandelli saranno infatti impegnati (tra venerdì 6 e martedì 10) nel doppio confronto con Bulgaria e Repubblica Ceca, con l'obiettivo di conquistare quei punti necessari per centrare la matematica qualificazione ai prossimi Mondiali brasiliani.

Calciomercato.it ne ha parlato in esclusiva con Alessandro Antinelli, inviato di 'RaiSport' al seguito degli Azzurri.

BULGARIA E REPUBBLICA CECA - "E' un vecchio problema della nostra Nazionale: facciamo sempre un po' di fatica nelle prime gare di qualificazione che si giocano a settembre. Gli altri campionati iniziano prima, mentre noi abbiamo appena due giornate sulle gambe e questo, un minimo, ci penalizza. Bulgaria e Repubblica Ceca sono due avversarie toste, con le quali abbiamo pareggiato. Oltretutto dobbiamo tenere presente che si giocheranno il tutto per tutto contro di noi, soprattutto la Bulgaria che è in cerca di punti per consolidare il secondo posto. Doppio confronto difficile dunque: Prandelli si affiderà quasi certamente al 4-3-2-1 che è il modulo che ha dato maggiori garanzie durante la Confederations Cup. Pronostico? Difficile, direi che l'obiettivo minimo sono i 4 punti, 3 con i bulgari, 1 con i cechi. Magari però con la spinta dello 'Juventus Stadium' potremmo riuscire a fare bottino pieno...".

CONVOCAZIONI CT - "La cosa che mi ha maggiormente stupito delle convocazioni del ct, è che abbia chiamato El Shaarawy, Insigne e Verratti: tutti e tre ci sono nonostante non siano titolari nei rispettivi club. E' un messaggio chiaro quello che gli manda Prandelli: 'vi sto dando un'opportunità, ora lavorate e date il massimo per guadagnarvi un posto'. E soprattutto per gli attaccanti non sarà facile, dato che presto rientrerà Giuseppe Rossi e c'è un Gabbiadini in rampa di lancio. La convocazione della punta della Sampdoria non mi ha stupito. E' un ragazzo che ha dimostrato di avere grande personalità: la Juventus lo voleva ma lui ha preferito prima il Bologna e poi i blucerchiati per accumulare minuti in campo e crescere. Penso che dopo i 'titolarissimi' Balotelli, Osvaldo e Giuseppe Rossi, sia tra i maggiori accreditati per strappare un biglietto per il Brasile. Di certo se la giocherà fino all'ultimo".

CLICCA QUI PER L'INTERVISTA ESCLUSIVA AD ANTINELLI SUL FUTURO DI PRANDELLI




Commenta con Facebook