• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > SPECIALE CALCIOMERCATO 2013: I MOVIMENTI NELL'EST EUROPA

SPECIALE CALCIOMERCATO 2013: I MOVIMENTI NELL'EST EUROPA

Breve resoconto delle principali trattative che si sono concluse, sia in entrata che in uscita, nell'est europeo


Alen Halilovic, 17 anni (Getty Images)
Alessio Lento (Twitter: @lentuzzo)

03/09/2013 10:00

SPECIALE CALCIOMERCATO MERCATO EST EUROPA / ROMA - E', soprattutto, la diaspora Anzhi ad aver caratterizzato il mercato dell'Est. A partire sono stati quasi tutti i big del club russo dopo la decisione del patron Kerimov di smobilitare e di ridurre drasticamente gli investimenti per la squadra. Via il tecnico Hiddink, il bomber Eto'o finito al Chelsea di Mourinho con Willian, oltre ai vari Zhirkov, Denisov, Kokorin, Boussoufa, Lass Diarra, Samba e altri ancora. Salutano Makhachkala tutti i pezzi grossi e ne approfittano gli altri club russi come la Dinamo e la Lokomotiv Mosca, oltre allo Spartak che si è assicurata Joao Carlos. Per quanto riguarda gli altri club della Russian Premier League, lo Zenit di Spalletti è riuscito a trattenere Hulk e Mimmo Criscito, accostato nelle ultime ore del mercato al Napoli. Molti i 'no' per la squadra di San Pietroburgo, soprattutto dai bomber: Osvaldo, Matri e Vucinic su tutti, mentre l'ipotesi Pjanic è tramontata rapidamente. La Dinamo Mosca si è assicurata il difensore Douglas, seguito in passato anche dall'Inter, mentre il Cska ha tenuto duro su Honda: il giapponese passerà sì al Milan, ma solo da gennaio, quando il suo contratto sarà scaduto. E la Federazione russa valuta il rinnovo di contratto del commissario tecnico della Nazionale Fabio Capello fino al 2018.

UCRAINA - Lo Shakhtar Donetsk di Mircea Lucescu continua ad essere protagonista incontrastato del calciomercato in Ucraina. Persi Mkhitaryan, finito al Borussia Dortmund, e Fernandinho, passato al Manchester City, sono arrivati alla corte del tecnico rumeno i brasiliani Bernard, Wellington Nem e il centrocampista Fernando dal Gremio, strappato alla concorrenza del Napoli. La Dinamo Kiev ha piazzato due colpi dalla Francia: il trequartista Belhanda, seguito con estremo interesse nello scorso gennaio dall'Inter, e l'esterno sinistro Tremoulinas. Anche il Metalist Kharkiv ha piazzato un acquisto importante: dal Catania è arrivato 'El Papu' Gomez, in estate vicinissimo prima all'Inter e poi all'Atletico Madrid.

ALTRE - Alcuni dei prospetti più interessanti del calcio croato sono arrivati in serie A. Stiamo parlando del centrale difensivo Jedvaj, approdato alla Roma dopo una lunga rincorsa, Josip Elez alla Lazio e Sime Vrsaljko al Genoa. Operazioni favorite anche dal fatto che da questa sessione di mercato i calciatori croati non sono più considerati extracomunitari. E' volato dalla Romania all'Inghilterra Vlad Chiriches, accostato insistentemente al Milan e, soprattutto, alla Roma in questa sessione di mercato: operazione conclusa dal Tottenham di Franco Baldini. Cosa che invece non è accaduta con il talento della Dinamo Zagabria Alen Halilovic. Il centrocampista, classe 1996, sarebbe dovuto arrivare insieme a Jedvaj al 'White Hart Lane' ma il mancato accordo con Halilovic ha fatto saltare tutta l'operazione e così la Roma si è fiondata nuovamente sul difensore, riuscendo a chiudere l'affare in breve tempo.




Commenta con Facebook