• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Gilardino, Borriello, Astori: ma il primo dei botti finali e' Kaka&

L'Editoriale di Sugoni - Gilardino, Borriello, Astori: ma il primo dei botti finali e' Kaka'

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di 'SkySport24'


Gilardino e Astori (Getty Images)
Alessandro Sugoni

02/09/2013 11:08

L'EDITORIALE DI SUGONI GILARDINO BORRIELLO ASTORI KAKA' / MILANO - I botti finali cominciano da Kakà: 4 milioni più bonus per due stagioni. Poi – chissà – l'America, ma questo interessa molto meno. Il presente infatti è un ritorno al passato: rossonero. Così Galliani ha regalato ad Allegri un trequartista 'vero'. Ed ora che ha preso il via, sembra intenzionato a non fermarsi proprio più. Infatti nelle ultime ore di mercato, occhio alla situazione di Davide Astori. Due panchine nelle prime due con il Cagliari. Il segnale che il mercato qualcosa c'entra. E quella chiacchierata con Matri che fa tornare in mente un altro ritorno al passato. Che può diventare ancora presente, se Cellino si convincerà a lasciarlo andare. Dunque, ancora Milan al fotofinish del mercato. Come spesso – quasi sempre – accaduto.

Molto Milan, ma non solo Milan. Anche le punte. Tante in ballo. Per un giro che, più che un valzer lento, somiglia tanto ad una tarantella. Napoletana, come due dei protagonisti. Fabio Quagliarella – che potrebbe finire alla Roma – e Marco Borriello che tornerebbe al Genoa. Da dove invece un piemontese doc, Alberto Gilardino da Biella, partirebbe destinazione Torino, sponda Juventus. Altre punte, altro giro. Altro ballo. Sudamericano, come Abel Henrnandez, che Zamparini vorrebbe trattenere a tutti i costi a Palermo, ma che è tentato dal Genoa. Oppure turco, come Yilmaz. Praticamente salutato dalle parole del presidente del Galatasaray. Lotito continua a spingere. Petkovic a sperare. Giri immensi. Giri da ultimo giorno di mercato. Quando in poche ore può diventare tutto realtà. Anche quello che fino a poche ore fa sembrava impossibile. Anche il botto più impenasabile.




Commenta con Facebook