• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Pedrag Mijatovic su Real-Juve, Kaka' ed Eto'o

Pedrag Mijatovic su Real-Juve, Kaka' ed Eto'o

L'ex stella dei blancos sul sorteggio Champions mercato e tanto altro ai microfoni di Calciomercato.it


Predrag Mijatovic(Getty Images)
Giorgio Elia

30/08/2013 13:44

REAL-JUVENTUS MIJATOVIC / TORINO - "Il gruppo con Real Madrid e Juventus è tra quelli con maggiori spunti di interesse, considerata la presenza di queste due squadre che possono vantare un'ottima tradizione in questa competizione. Il rendimento della Juventus nell'ultima edizione del torneo è stato buono, ma sicuramente il club bianconero vorrà migliorare il suo risultato. Il Real parte a mio avviso ancora favorito può avere qualcosa in più dei piemontesi, ma sicuramente la sfida tra questi due club sarà molto interessante". Così l'ex attaccante di Real e Fiorentina e ds delle merengues, Predrag Mijatovic, ai microfoni di Calciomercato.it commenta il gruppo B della fase a gironi della prossima Champions League, che vedrà come grandi protagoniste il Real Madrid e la Juventus favorite al passaggio del turno rispetto a Galatasary e Copenaghen.

HIGUAIN - Non solo la Juventus di Conte però a rappresentare l'Italia nella più prestigiosa competizione europea per club, con il Napoli pronto a riproporsi in questo prestigioso palcoscenico con un Higuain in più: "Non ho dubbi su quello che può essere il rendimento di Gonzalo in Italia. Oltre a essere un bravissimo ragazzo lui è veramente un atleta straordinario, per una punta completa che potrà essere protagonista del campionato italiano a suon di reti. Higuain con l'esperienza maturata negli anni passati al Real può far fare il salto di qualità al Napoli non solo in campionato ma anche in Champions, per una società quella partenopea protagonista di un'ottimo percorso di crescita negli ultimi anni. Gli azzurri possono contare su un organico di livello e su un tecnico vincente e preparato, motivo per il quale penso che il Napoli possa esser la vera e propria sorpresa della prossima edizione della Champions".

KAKA - A chiudere il lotto delle squadre italiane pronte a partecipare alla torneo per la conquista della 'coppa dalle grandi orecchie' il Milan di Allegri. Ma l'interesse è soprattutto sul nuovo ritorno di fiamma di Galliani per Kaka': "Ho letto oggi le dichiarazioni di Kakà su alcuni giornali spagnoli e la sua voglia di cambiare aria ritenendo conclusa la sua esperienza al Real. Se le due società dovessero trovare un accordo il ritorno al Milan sarebbe sicuramente la sistemazione ideale per il ragazzo, considerato che quello rossonero è un club rimasto sempre nel suo cuore. La sua conoscenza dell'ambiente unita alle sue qualità ed esperienza può sicuramente tornare utile ai rossoneri, sia nella corsa al titolo in Italia che per il cammino nella prossima Champions".

ANCELOTTI E BALE - L'ex dirigente delle merengues si sofferma poi su Carlo Ancelotti e di Gareth Bale:"Carlo è un allenatore molto preparato e lo dimostrano le vittorie sia in campionato che in Champions ottenute dalle squadre da li guidate nella sua carriera. Allenare il Real Madrid non è facile considerata l'importanza del club e le esigenze della piazza che chiede sempre alla propria squadra di vincere tutto. La qualità dell'organico a disposizione di Ancelotti è però elevata e questa componente unita all'esperienza del tecnico e alla sua abitudine a vincere, può sicuramente portare giovamento al club spagnolo. Se Bale vale veramente tutti quei soldi? Il tempo potrà darci la risposta migliore a questa domanda. Sicuramente Bale è un grandissimo giocatore e lo ha dimostrato negli ultimi anni, cine le sue qualità che possono aiutare il Real in una stagione veramente importante e impegnativa. Gli investimenti fatti dal club sono stati significativi e la squadra adesso è chiamata a rispondere sul campo vincendo quanto più possibile su ogni campo".

ETO'O - L'ultimo pensiero l'ex bomber del Real lo riserva a Samuel Eto'o, approdato alla fine di una lunga trattativa al Chelsea di Mourinho: "Con Samuel ho un ottimo rapporto e lo ritengo veramente un grandissimo giocatore. Dopo due anni l'Anzhi ha cambiato la sua filosofia con la proprietà che sembra non essere più predisposta a grandi investimenti, con la cessione di Eto'o che è dunque divenuta inevitabile. Il Chelsea credi sia stata la delta ideale per lui considerato il rapporto con Mourinho tecnico con il quale ha raggiunto successi importanti, per un'operazione che può portare giovamento ad entrambe le parti. Esisteva la possibilità concreta di un suo trino all'Inter ma alla fine l'approdo in Inghilterra penso possa essere la sistemazione ideale per lui, soprattutto grazie alla presenza proprio del tecnico portoghese che potrà aiutare tantissimo Samuel nella sua nuova avventura professionale". 




Commenta con Facebook