• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Juventus-Lazio, Petkovic lancia la sfida ai bianconeri e da' il "benvenuto" a Yilmaz

Juventus-Lazio, Petkovic lancia la sfida ai bianconeri e da' il "benvenuto" a Yilmaz

Le parole della vigilia dell'allenatore biancoceleste, prima della sfida contro i bianconeri


Petkovic (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

30/08/2013 12:31

JUVENTUS LAZIO CONFERENZA PETKOVIC / ROMA - Vladimir Petkovic, allenatore della Lazio, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro la Juventus.

RIVINCITA - "Ogni partita ha la sua storia. In Supercoppa abbiamo sfigurato sul piano del risultato. In 20' abbiamo rovinato le buone trame di gioco. Non cerchiamo rivincite ma c'è voglia di fare bene con umiltà e orgoglio. Dobbiamo ripetere la prestazione fatta con l'Udinese. Durante quella partita abbiamo fatto bene. Come si può battere la Juve? Dobbiamo avere la convinzione di poter portare a casa un buon risultato, rimanendo poi compatti in campo e senza abbassare troppo il baricentro".

DIVARIO JUVE-ALTRE SQUADRE - "Loro sono abituati a vincere e a rimanere con i piedi per terra. Anche noi siamo una signora squadra, con giocatori di carattere. Domani daremo tutto per portare a casa punti importanti".

SUPERCOPPA - "Abbiamo fatto cose buone, abbiamo avuto qualche disattenzione e poco equilibrio in alcuni momenti contro una squadra che sfrutta al meglio ogni possibilità. Dobbiamo rimanere un blocco unico, una squadra che difende e offende insieme. Domani dovremo essere operai che sanno portare anche qualità".

YILMAZ - "Se arrivano giocatori forti sono benvenuti ma io penso solo ai ragazzi che già ci sono. Ci daranno grandi soddisfazioni".

CANA - "I convocati stanno tutti bene e pronti a giocare e dare il meglio dal 1' al 90'".

PROBLEMA CORSIE LATERALI - "Non ho visto grandi problemi in merito, neanche in Supercoppa. Servirà attenzione perché loro hanno 11 campioni ma anche noi non siamo da buttare".

KLOSE - "Non credo sia troppo isolato in attacco, considerate le tante occasioni che abbiamo avuto contro l'Udinese".

CLIMA - "I ragazzi sono sereni e tranquilli. La vittoria con l'Udinese è servita così come la sconfitta contro la Juventus. Ad inizio stagione non ho mai sentito di una squadra rassegnata".

MODULO - "Non è detto che cambieremo ancora i due centrali titolari, potremmo schierare anche gli stessi del match con l'Udinese. Per la centesima volta, ripeto che il modulo non è importante, ma lo sono i principi. Serve l'iniziativa dei centrocampisti verso l'attacco. Serve il giusto comportamento individuale legato a quello complessivo della squadra. Candreva più centrale? Ha fatto lo stesso anche lo scorso anno in molte partite in coppia con Mauri. Non importa la posizione di partenza ma i movimenti. Con la sua qualità può coprire tutti i ruoli in attacco".




Commenta con Facebook