• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Ljajic, Honda, Eto'o: quelli che finiscono allo sprint

L'Editoriale di Sugoni - Ljajic, Honda, Eto'o: quelli che finiscono allo sprint

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di 'SkySport24'


Adem Ljajic (Getty Images)
Alessandro Sugoni

26/08/2013 11:22

EDITORIALE SUGONI LJAJIC HONDA ETO'O / MILANO - Ecco l’ultima – intensissima – settimana di calciomercato. La settimana dei colpi allo sprint, del dentro o fuori. La settimana di Adem Ljaijc. Darà un risposta all’offerta della Fiorentina, una risposta definitiva. Perché Della Valle è stato chiaro. E anche Montella: nessuno vuole un altro caso Montolivo. Tradotto: o Ljajic rinnova o parte subito. La domanda a questo punto diventa: dove può andare? Al Milan certo, ma attenzione anche alla Roma. Perché per Lamela al Tottenham manca solo l’ufficialità e non sarà una questione da ultime ore di mercato. Logico che con oltre 40 milioni di attivo tra acquisti e cessioni, i giallorossi pensino a fare un grande colpo. Magari anche due, visto che partirà anche Borriello. Demba Ba, Cvitanich, Gilardino, Matri le altre opzioni sempre vive.

Vivissima è la voglia di Milan di Keisuke Honda. Tutti sanno che al massimo a gennaio il matrimonio si farà comunque. Accelerarlo è interesse sia dei rossoneri sia del giocatore. Anche del Cska in realtà, anche se per ora i russi non hanno ceduto. Ma l’impressione è che la storia non sia finita qui. E che –  appena il Milan avrà la certezza della partecipazione alla fase a gironi della Champions League – qualche novità arriverà. Fino ad allora il "patto di riservatezza" tra le società, di cui ha parlato Galliani, resterà in vigore.

Aleggerà su tre o quattro squadre fino al 2 settembre invece l’immagine di Samuel Eto’o. Lui è chiaramente in uscita dall’Anji e – finché il Chelsea non chiude – rimane un sogno, una suggestione possibile per l’Inter, alimentata dalla assidua presenza a Milano del camerunense, anche se per questioni di famiglia. In realtà Mourinho resta sempre in vantaggio: gli ha offerto 6 milioni netti per un anno, l’Inter è pronta ad arrivare a 4,5 per due. Se il Chelsea non rilancia - ed oggi sarà un giorno importante visto che l'agente del giocatore sarà in Inghilterra - potrebbe essere quella la cifra giusta per un sorpasso proprio allo sprint.




Commenta con Facebook