• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Livorno-Roma, Garcia: "Cessioni eccellenti? Mi fido della societa'. Lamela..."

Livorno-Roma, Garcia: "Cessioni eccellenti? Mi fido della societa'. Lamela..."

Il tecnico francese in conferenza stampa alla vigilia del debutto in campionato


Rudi Garcia (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

24/08/2013 14:42

LIVORNO ROMA GARCIA LAMELA OSVALDO/ ROMA - Alla vigilia di Livorno-Roma, Rudi Garcia è intervenuto in conferenza stampa per parlare del suo esordio nel campionato italiano. Inevitabile, per il tecnico francese, evitare le domande di calciomercato che riguardano la possibile cessione di Erik Lamela al Tottenham.

MERCATO - "Non cambio quello che ho detto all'inizio, quando volevo che tutti i giocatori della nostra rosa restassero con noi - ha dichiarato Garcia -  In materia di mercato a volte l'aspetto sportivo può passare in secondo piano rispetto a quello economico. In questo momento però è più importante parlare del livorno che del mercato. Ho molta fiducia nei dirigenti".

LAMELA - "Se mi piace Lamela? Ad ogni allenatore piace un giocatore che fa 15 gol in campionato ed è nazionale argentino. Erik titolare contro il Livorno? Io dò la formazione ai giocatori solo due ore prima della partità. Lamela è nella lista dei convocati per domani così come gli altri giocatori".

OBIETTIVO - "L'obiettivo è sempre lo stesso, quello di ritrovare l'Europa. Ho fiducia nella società perché questa Roma avrà una rosa forte: è importante per i tifosi e per tutti. Lavorare con una rosa già definitiva sarebbe meglio, ma il mercato finisce dopo la seconda giornata di campionato e non possiamo farci nulla".

MODULO - "Sono contento del lavoro svolto dalla squadra, tutti hanno lavorato bene. Voglio uno stato d'animo collettivo con una mentalità forte per giocare bene al calcio. Se va via un giocatore l'importante è prenderne un altro che sappia adattarsi al modulo".

DIFESA - "Per vincere le partite bisogna segnare gol ed essere al tempo stesso forti in difesa. Per difendere bene c'è bisogno di tutta la squadra: sono arrivati Maicon, Benatia e un nuovo portiere".

CONTESTAZIONE - "Le cose mi sembrano cambiate rispetto all'inizio dell'estate. Durante la presentazione della squadra c'erano 10 mila tifosi in più dell'anno scorso. Questo significa che la gente ha capito che bisogna guardare avanti e non indietro. Noi vogliamo che i tifos siano orgogliosi della nostra squadra".

L'ATTACCANTE - "Io gioco con tre attaccanti che per me devono essere complementari. Solo così si crea incertezza all'interno della retroguardia avversaria. Ho bisogno di tre punte 




Commenta con Facebook