• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Livorno > Aldo Spinelli su mercato e Livorno-Roma

Aldo Spinelli su mercato e Livorno-Roma

Il presidente del club toscano ai microfoni di Calciomerato.it tra mercato e debutto in campionato contro i giallorossi


Francesco Totti(Getty Images)
Giorgio Elia

19/08/2013 12:47

MERCATO LIVORNO ESCLUSIVO SPINELLI/LIVORNO - "Sono in attesa di risposte da parte del mio direttore su alcune situazioni in entrata, anche relative al mercato estero. La squadra è ancora tutta da completare e stiamo cercando di accontentare il nostro allenatore, ma credo che per vedere il vero Livorno dovremo attendere la prima partita dopo la sosta". Campeggia un grosso cartello con la scritta 'lavori in corso' in casa Livorno come si evince dalle parole del presidente Aldo Spinelli, intervistato da Calciomercato.it sul mercato in entrata della sua società.

REPARTO AVANZATO - Tanti i nomi fatti nelle ultime settimane per il reparto offensivo del club toscano, per regalare a Nicola valide alternative in vista di un campionato che vedrà la sua formazione impegnata nella lotta per non retrocedere. Spinelli però è chiaro in merito alla situazione delle punte della sua squadra: "Abbiamo fatto un enorme sforzo per trattenere Paulinho, un attaccante che sono convinto mi garantirà un buon bottino di gol per provar a fare il maggior numero di punti per mantenere la categoria. Ardemagni? In questo momento stiamo monitorando diverse piste e sicuramente qualcosa in avanti la faremo. In Italia seguiamo al momento tre giocatori, con Signorelli che sta invece lavorando in Colombia e in Argentina per provare a chiudere affari importanti. Kozak? Con Lotito si può sempre parlare e con lui vanto un ottimo rapporto. Magari eviterò di farlo oggi perché sicuramente sarà nero per quanto avvenuto ieri alla sua Lazio, in una partita nella quale è tutto andato per il verso sbagliato ai biancocelesti".

TOTTI COME MARADONA - Un battesimo di fuoco quello che attende il Livorno domenica tra le mura amiche, con la Roma pronta a far visita agli amaranto all''Armando Picchi'. Spinelli non ha dubbi sul punto di forza dei giallorossi: "Finalmente dopo diversi anni torno a giocare la prima partita in casa, con la possibilità di poter contare sulla spinta dei nostri tifosi. Quello con la Roma sarà un esordio importante e dei giallorossi mi preoccupa il talento intramontabile di Totti. Per tanti dei nostri giocatori sarà una grande emozione affrontare di persona per la prima volta il capitano della Roma, una sensazione molto simile a quella provata dai miei calciatori quando ero al Genoa nell'affrontare Maradona. Francesco è entrato a far parte da tempo della categoria dei giocatori che hanno fatto la storia di questo sport e per molti dei miei ragazzi sarà sicuramente un onore ritrovarselo di fronte". 




Commenta con Facebook