• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia-Argentina, Buffon: "Un Papa cosi' ci rende migliori". Prandelli: "Emozione

Italia-Argentina, Buffon: "Un Papa cosi' ci rende migliori". Prandelli: "Emozione forte"

Le due delegazioni hanno incontrato stamane il Santo Padre al Vaticano


Buffon e Prandelli (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

13/08/2013 13:14

ITALIA-ARGENTINA PRANDELLI / ROMA - E' terminato l'incontro delle delegazioni di Italia e Argentina al Vaticano con Papa Francesco. I due commissari tecnici Cesare Prandelli e Alejandro Sabella, oltre ai due capitani Gianluigi Buffon e Lionel Messi, sono intervenuti in conferenza stampa al termine della visita con il Santo Padre.

BUFFON: "Una giornata speciale che rimarrà per sempre nei nostri cuori. Una giornata speciale perché abbiamo la fortuna di avere un Papa speciale. Un Papa così ci rende migliori. Lui ci indica la strada, ci scalda il cuore, ci scuote l'anima. Finalmente riusciremo a dare seguito agli impegni tante volte fatti e spesso disattesi. E' stato un incontro commovente ed inusuale, avere l'onore di partecipare ad un'udienza con questo Papa è qualcosa che ti gratifica e ti fa sentire la giornata speciale. Cercando di sorridere, sono contento anche perché per la prima volta c'è una persona che riscuote più successo di Messi. E' la normalità e mi ha fatto piacere. Mantenere il dilettantismo? E' giusto non perdere la passione per lo sport, ma quando si parla di professionismo e alti livelli può diventare arduo far restare intatto il concetto".

PRANDELLI: "Sono rimasto molto colpito dal suo discorso, sembrava un discorso non da allenatore ma da una persona che vuole educare i ragazzi. Il Papa ha parlato di tre valori: abilità, bellezza e cameratismo. Sono state tre parole significative, che usiamo noi allenatori, lui è andato oltre dicendo che l'individualismo non deve esistere. Queste sono parole da utilizzare in tutti i campi. L'emozione è stata forte, non sono riuscito ad invitarlo allo stadio perché mi ha anticipato, dicendo di aver avuto tante richieste e che in Vaticano lo rimproverano per il suo essere 'indisciplinato'. Ho sentito un profumo particolare, che continuo ad avvertire ancora adesso".




Commenta con Facebook