Breaking News
© Getty Images

Torino-Juventus, Ventura: "Persi ultimi derby per colpa degli arbitri: per fortuna domani c'è Rizzoli"

Il tecnico granata ha presentato l'importante match di domani contro i rivali cittadini

SERIE A TORINO JUVENTUS CONFERENZA VENTURA / TORINO - A Torino è tutto pronto per l'atteso 'Derby della Mole' tra granata e Juventus. Un match che Giampiero Ventura ha presentato quest'oggi in conferenza stampa: "Mi auguro che l’ambiente sia compatto – ha esordito - per il bene del Toro e non di una singola persona. In questi 4 anni fatto un lavoro gigantesco per avere basi solide e queste non si possono cancellare. Poi se i tifosi vedranno cuore, voglia e cattiveria, sono sicuro che apprezzeranno. All’andata meritavamo di vincere più della Juve, ma abbiamo perso al 94’ e il nostro pubblico ha capito che ce l’abbiamo messa tutta.

Non conta se facciamo gol al primo o all’ultimo minuto – ha proseguito Ventura - mi basta segnare e che sia un gol decisivo per noi. Domani conta solamente il risultato. Il 4-0 di coppa? Mi ha infastidito quel ko, perché Zaza meritava di essere espulso prima dei due gol. Cambiava la partita, i commenti e anche la nostra stagione, ma il calcio è fatta di queste cose. Ho perso 4 derby per errori arbitrali, ora però c’è Rizzoli che uno dei migliori arbitri italiani, europei e mondiali. Anche se poi dipenderà da cosa faremo noi in campo". 

Serie A   Napoli   Torino
Torino-Napoli, Sarri nervoso: "Mai chiesto un ca**o alla società!"
Torino-Napoli, Sarri nervoso: "Mai chiesto un ca**o alla società!"
Il tecnico ha commentato la netta vittoria contro i granata
Serie A   Napoli   Torino
Torino-Napoli, Sarri: "Non mi lamento, devo molto a De Laurentiis"
Torino-Napoli, Sarri: "Non mi lamento, devo molto a De Laurentiis"
Il tecnico analizza in conferenza stampa la gara di domani
Serie A   Torino  
Juventus-Torino, Mihajlovic: "Pari che vale una vittoria. Acquah..."
Juventus-Torino, Mihajlovic: "Pari che vale una vittoria. Acquah..."
Il tecnico granata dopo il derby: "Il quarto uomo non ha il coraggio di parlare"