• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Champions League, Speciale playoff: ecco il nuovo Psv Eindhoven

Champions League, Speciale playoff: ecco il nuovo Psv Eindhoven

Il punto sui prossimi avversari del Milan in Champions League


Il Psv Eindhoven (Getty Images)
Hervé Sacchi

09/08/2013 12:13

CHAMPIONS LEAGUE SPECIALE AVVERSARIE MILAN PRESENTAZIONE SQUADRE PSV METALIST PACOS FENERBAHCE / ROMA - Il sorteggio di Nyon ha emesso la sua sentenza. Il Psv Eindhoven sarà l'avversario del Milan ai playoff di Champions League. Contrariamente a quanto successo nella storia recente dei rossoneri in Champions, gli uomini di Allegri potranno disputare la gara di ritorno in casa. Si comincia, dunque, dal Philips Stadion, con la speranza di continuare la striscia positiva nei turni preliminari che ha visto il Milan battere Dinamo Zagabria, Slovan Liberec e Stella Rossa Belgrado quando chiamato in causa. Ma scopriamo qualcosa in più sugli avversari dei rossoneri.

PSV EINDHOVEN - Delle cinque possibili avversarie da poter pescare era la squadra maggiormente tecnica. Gioca un calcio arrembante ed offensivo. Utilizza le corsie esterne per impostare la manovra con ali veloci pronte a supportare la manovra. I trasferimenti di Mertens, Strootman e Lens, uniti al contemporaneo addio di van Bommel, hanno comportato un riassetto della linea mediana e della struttura offensiva. Nonostante il campionato olandese sia già iniziato, il Psv non ha ancora completato il suo mercato in entrata, attualmente assestato con gli ingressi del validissimo Maher (ex AZ Alkmaar), del centrale Schaars e dal mai dimenticato Park Ji-Sung. Proprio quest'ultimo, andò a segno nell'ultimo precedente fra Milan e Psv: era la semifinale di Champions League 2004-2005, il passo che avrebbe preceduto la finale di Istanbul. Un gol di Ambrosini tolse le castagne dal fuoco all'89' anche se poco dopo Cocu (ora allenatore del Psv) rimise ancora sotto pressioni la squadra guidata da Ancelotti. Il punteggio finale fu di 3-1 per gli olandesi, ma si qualificò il Milan grazie al 2-0 di San Siro (Shevchenko, Tomasson). Questa volta, ci sarà di fronte un nuovo Psv che ha diversi giovani ambiziosi. Occhio, dunque, alla qualità di Wijnaldum, che funge come trequartista esuberante, e alla vena realizzativa di Matavz.




Commenta con Facebook