• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Martinez, Ljajic, Bale: i tre casi del mercato di Ferragosto

L'Editoriale di Sugoni - Martinez, Ljajic, Bale: i tre casi del mercato di Ferragosto

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di 'SkySport24'


Jackson Martinez (Getty Images)

05/08/2013 10:03

EDITORIALE SUGONI MARTINEZ LJAJIC BALE MERCATO FERRAGOSTO / MILANO - Tre nomi, tre situazioni complicate: per il Napoli, il Milan (e la Fiorentina) e Carlo Ancelotti. Trattative che magari ci accompagneranno fino a Ferragosto. Quella per Jackson Martinez, forse si chiuderà prima. E non in maniera positiva per il Napoli. Perché anche l'incontro di ieri a Londra con il Porto non è andato bene. Il presidente Pinto da Costa ha abbassato un po' le sue pretese, ma di pochissimo: 37-38 milioni invece dei 40 della clausola. Una cifra ancora distante da 32 oltre i quali non vuole salire il Napoli. Che allora adesso si guarda intorno. Hernandez, Giroud, Gignac: di nomi per l'attacco ne circolano tanti, di caldissimo al momento c'è poco. Sempre caldo invece il fronte Ljajic. La situazione è chiara: il Milan ha l'accordo col giocatore e ha offerto 8 milioni ai viola. Oltre non intende andare. La Fiorentina vuole tenerlo, ma il rinnovo resta complicato. Se ne parlerà in settimana, quando il giocatore sarà tornato dal viaggio a Monaco di Baviera, dove oggi si sottoporrà a delle cure mediche. Le strade però sono solo due: o prolunga o parte. Nessuno (assicurano sia dalla Fiorentina sia dal Milan) vuole un altro caso-Montolivo. Un caso vero e proprio rischia di diventare invece quello di Gareth Bale. Gli aggiornamenti sono continui: in Spagna aspettano l'ufficialità per mercoledi, in Inghilterra ribattono che loro non vogliono cedere il giocatore. Il presidente Leavy (ma anche Villas Boas) si è mostrato infastidito con il Real, che ha annunciato pubblicamente la trattativa. Difficile però che questo fastidio possa far saltare quello che potrebbe diventare il trasferimento più costoso della storia del calcio: ancora poche ore e sapremo come finirà. Senza dover aspettare Ferragosto...




Commenta con Facebook