• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Calciomercato Napoli, Capello scommette su Higuain: "Fortissimo, sembra Raul. Eredita' pesa

Calciomercato Napoli, Capello scommette su Higuain: "Fortissimo, sembra Raul. Eredita' pesante? Macche'..."

'Don Fabio' si complimenta con la societa' del presidente De Laurentiis per l'acquisto del 'Pipita' che lui stesso alleno' a Madrid


Gonzalo Higuain (Getty Images)
Andrea Branco

26/07/2013 08:08

MERCATO NAPOLI INTERVISTA CAPELLO HIGUAIN / ROMA - "Mi sembra che il matrimonio abbia tutti i presupposti per essere ricco di soddisfazioni per entrambe le parti". Così Fabio Capello in un'intervista al 'Corriere dello Sport' a proposito dell'ingaggio di Gonzalo Higuain da parte del Napoli. Lo stesso Gonzalo Higuain che, nell'ormai lontano 2007, venne accolto a Madrid alla corte di 'Don Fabio' (suo primo allenatore in Europa): "Lo conoscevo bene e quando arrivai a Madrid, insieme con Franco Baldini e Predrag Mijatovic, decidemmo di puntare su alcuni giovani sudamericani interessanti. Concludemmo gli acquisti di due argentini, Gago e Higuain, e di un brasiliano, Marcelo -il ricordo dell'attuale ct della Russia- Le sue caratteristiche erano la vivacità e la capacità di muoversi che mostrava sul campo, ma anche il modo interessante di attaccare la porta. Si vedeva che aveva grandi potenzialità. E' cresciuto tantissimo. Era un giocatore buono e interessante, adesso è un grande attaccante".

COPIA DI RAUL - "Credo che Higuain abbia soprattutto avuto la fortuna di lavorare con Raul, uno che in area di rigore è sempre al posto giusto al momento giusto. Gli dicevo: 'Copia Raul e impara a muoverti con e senza palla come fa lui'. Direi che mi ha ascoltato".

UNO A POSTO - "Lavora tanto in campo e quando ero a Madrid io, non ha mai dato un problema: sempre positivo, sempre pronto a sacrificarsi per la squadra, sempre al suo posto nello spogliatoio e positivo nei rapporti con i compagni".

EREDITA' CAVANI - "Lui ha giocato e segnato tanto con il Real Madrid che è la squadra più importante del mondo e ha uno stadio molto caldo ed esigente come il 'Bernabeu'. Credo che quando uno ha indossato la maglia del Real non ha problemi di pressioni nel momento in cui cambia formazione. Sono convinto che farà bene. Come a Madrid".

 




Commenta con Facebook