• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Calciomercato Francia, PSG e Monaco: l'elenco degli acquisti fa paura

Calciomercato Francia, PSG e Monaco: l'elenco degli acquisti fa paura

Le due potenze economiche transalpine stanno spendendo grandi cifre per il mercato


Radamel Falcao (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

18/07/2013 14:21

CALCIOMERCATO PSG MONACO UFFICIALI CONCLUSI / ROMA - Come l'anno scorso, arrivano dalla Francia le più grandi cifre di calciomercato. Al Paris Saint-Germain si è addizionato il Monaco, che cerca di approfittare il più possibile di una fiscalità che l'anno prossimo sarà più proibitiva. L'anno scorso i parigini saccheggiarono in lungo e in largo la Serie A, mentre questa stagione si sono 'limitati' a ufficializzare Cavani dal Napoli e Digne dal Lilla (a lungo seguito da diverse società di Serie A, su tutte la Roma). Ma in dirittura d'arrivo merita una menzione Marquinhos, talentuoso centrale difensivo giallorosso che, in coppia con Thiago Silva, promette di regalare una difesa di ferro a Laurent Blanc.

E che dire dei monegaschi? I colpi ufficiali fanno paura: ci sono Falcao (60 milioni), James Rodriguez (45), Moutinho (25). Ma anche begli acquisti a parametro zero, come Carvalho e Abidal; senza contare innesti di tutto rispetto del calibro di Isimat-Mirin e Toulalan. E non finisce qua: Claudio Ranieri potrebbe ufficializzare da un momento all'altro Pegolo, mentre risulta sempre più vicino Hulk dallo Zenit. Insomma: con due fantasquadre del genere, se le campagne acquisti procederanno di questo passo, ogni gerarchia del calcio continentale rischia di essere seriamente messa in discussione. D'altronde l'eliminazione dalla scorsa Champions League dei parigini grida ancora vendetta...




Commenta con Facebook