• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lega PRO > Lega Pro, stagione al via per la Pro Vercelli

Lega Pro, stagione al via per la Pro Vercelli

La squadra si e' radunata ieri al Piola. Tattica e mercato tra gli argomenti della prima conferenza


Massimo Varini e Cristiano Scazzola (Calciomercato.it)
Hervé Sacchi

16/07/2013 12:42

CALCIO LEGA PRO VERCELLI SCAZZOLA VARINI CONFERENZA PRESENTAZIONE STAGIONE MERCATO / VERCELLI - Terminata l'annata sfortunata in Serie B, la Pro Vercelli si ritrova al 'Piola' per quello che è il primo giorno di scuola. La nuova avventura in Prima Divisione di Lega Pro sarà occasione per testare le effettive capacità di una squadra che, nonostante la volontà - parzialmente ritrattata - del Presidente Secondo di cedere la società, si candida per vivere una stagione da protagonista. Non ci saranno retrocessioni e fino al nono posto si può lottare per tornare in cadetteria. Punti da non sottovalutare in fase di preparazione di una stagione che è ufficialmente iniziata.
Nel corso della prima giornata di preparazione, hanno parlato in conferenza stampa l'allenatore Cristiano Scazzola - promosso dalla formazione Primavera dopo la partenza di Maurizio Braghin - e il direttore sportivo Massimo Varini, il quale ha ereditato il lavoro di Romairone, passato allo Spezia. Tanti i temi trattati, specialmente in chiave tattica e di mercato.

ROSA E MODULO - Il primo commento è dell'allenatore nativo di Loano, il quale ha parlato degli acquisti ufficializzati nella giornata di ieri: "Huston è un terzino destro che ha giocato come centrale, Fochestato è un difensore centrale giunto alle finali scudetto col Chievo mentre Gomez è due anni che fa tanti gol. C'erano diverse squadre che lo volevano, visto che è nel giro dell'Under 20. Il direttore li ha presi e sono venuti a Vercelli per dare il loro contributo". I nuovi si aggiungono ad un gruppo di giocatori per cui il futuro non è ancora chiaro, anche per questione di regolamenti ed età: "Chi rimane qua - aggiunge Scazzola - deve essere consapevole di essere in una piazza importante e, dunque, sapere che c'è da affrontare una stagione intera. Ad oggi si sono presi diversi giovani. Per quanto riguarda i 'vecchi' non facciamo noi le regole. A 26 anni si viene quasi reputati tali in questa categoria ed è anche brutto". Il riferimento è alle prossime normative della Lega, dalla quale si attendono notizie ufficiali in merito alla composizione delle rose e all'età media della formazione che affronterà i singoli match di campionato.
Per quanto riguarda il modulo con cui scenderà in campo la Pro Vercelli, Scazzola non esprime preferenze: "Tra poco andremo in ritiro e ci sarà l'occasione per provare. Poi bisogna vedere come verrà ultimata la rosa. In linea di massima abbiamo giocatori duttili che permetteranno di cambiare".

MERCATO - Entrate e uscite sono di competenza di Massimo Varini, il quale oltre ai già citati Fochesato, Gomez e Huston, ha già portato a Vercelli i vari Ruggiero e Belfasti, presi dalla Juventus, e il giovane Bani, arrivato dalla Reggiana. Varini spiega le motivazioni che stanno dietro agli acquisti:"Abbiamo preso giocatori giovani e fisici, insomma con determinate caratteristiche per poter disputare questa categoria. Poi si sa, il talento è difficile da trovare". Il discorso si sposta anche su chi fa ancora parte della rosa e su chi, invece, è oramai destinato alla partenza: "Greco e Cosenza? Quando si infilano stagioni sfortunate spesso si danno valutazioni sbagliate. Io Cosenza l'ho visto giocare diverse volte con la Reggina e mi ha sempre dato la sensazione di poter ampiamente fare la Serie B. Stesso discorso per Greco. Nel caso in cui rimangano, tutti devono sapere che bisogna calarsi in quella che è la Lega Pro, una categoria diversa dalla B. Modolo? Noi come società abbiamo fatto una proposta. Ieri ho sentito il procuratore. Modolo ha ancora tergiversato. Non mi è sembrato potesse avere grande entusiasmo. Dunque, ognuno va per la sua strada. Poi, le vie del Signore sono infinite. A livello di centrali siamo coperti. Fabiano? Al momento non rientra nei piani della società. Poi, il mercato chiude a inizio settembre. Fino a quella data può succedere di tutto. Se cambiano gli attori, di certo cambiano perché noi da un punto di vista economico e soprattutto tecnico vogliamo rinforzare la squadra". Non ci saranno invece opposizioni sulla eventuale cessione di Iemmello, uno dei pezzi pregiati della squadra: "Se arriva una proposta interessante per la società è giusto dargli l'opportunità di partire. Nella sua età, dal punto di vista tecnico, è tra i più bravi".
In chiusura, Varini spezza sul nascere possibili sogni di mercato. Lo scorso anno la Pro Vercelli concluse l'acquisto di Tiribocchi nel penultimo giorno di mercato. A chi gli chiede se ci sarà un 'Miccoli' - che ha firmato per il Lecce - anche per la società piemontese, Varini risponde così: "Sarebbe cosa giusta considerare quello che è il contesto societario. Il Lecce può permettersi Miccoli. Noi, invece, abbiamo fatto la scelta di aspettare Di Piazza. Poi abbiamo Greco e adesso anche Gomez".




Commenta con Facebook