Breaking News
© Getty Images

Inter, Mancini e le continue 'frecciatine' mediatiche ai giocatori. Ma fanno bene?

Dopo l'attacco a Icardi ieri il tecnico nerazzurro ha puntato il dito pubblicamente contro la difesa

INTER MANCINI FRECCIATINE MEDIATICHE / MILANO - Roberto Mancini non le manda a dire ai suoi giocatori e spesso sceglie la telecamera per ampliare il raggio delle sue esternazioni. Giusto o sbagliato che sia, il tecnico nerazzurro usa questo stratagemma per spronare pubblicamente i suoi dopo gli errori. Magari lo farà anche in privato, nel chiuso del suo ufficio alla 'Pinetina', fatto sta che anche ieri dopo il pareggio contro il Verona l'allenatore ha puntato il dito sarcasticamente, stavolta contro la difesa. "Qualcuno aveva il cuscino dietro. Non si può dormire così e non si possono commettere certe disattenzioni". Giusto nella sostanza. Sulla forma se ne può discutere. Lo stesso era capitato a Icardi dopo un gol fallito col Carpi: "Questo lo avrei fatto pure io a cinquant'anni", chiosò Mancini. Le parole spesso in questi contesti fanno più effetto dei gesti. Dopo quell'episodio Icardi ha segnato due reti in tre partite. Ora vedremo se sortirà gli stessi effetti anche su Miranda e soci.

 

Notizie   Inter   Udinese
Inter-Udinese,Vecchi: "Serve cultura del lavoro. Spalletti..."
Inter-Udinese,Vecchi: "Serve cultura del lavoro. Spalletti..."
Il tecnico nerazzurro prima dell'ultima giornata di campionato
Mercato   Inter   Fiorentina
Calciomercato Inter, non solo Di Maria: sprint Bernardeschi
Calciomercato Inter, non solo Di Maria: sprint Bernardeschi
La maglia 10 è pronta per l'argentino, ma Spalletti vuole anche l'esterno della Fiorentina
Mercato   Juventus   Inter
Calciomercato Juventus, da Paredes a Di Maria: Paratici in azione
Calciomercato Juventus, da Paredes a Di Maria: Paratici in azione
Il ds dei bianconeri ha incontrato l'agente Pablo Sabbag