• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Galliani: "L'obiettivo e' arrivare in Champions". Allegri: "Sara'

Milan, Galliani: "L'obiettivo e' arrivare in Champions". Allegri: "Sara' una stagione difficile"

Giornata di raduno per i rossoneri: parlano amministratore delegato e allenatore


Galliani (Getty Images)
Bruno De Santis (twitter: @Bruno_De_Santis)

08/07/2013 14:49

MILAN RADUNO BERLUSCONI GALLIANI CONFERENZA / MILANO - Entusiasmo alle stelle nel primo giorno della nuova stagione del Milan: tanti i tifosi presenti al raduno dei calciatori rossoneri. A Milanello, oltre ad Adriano Galliani, ha fatto una toccata e fuga anche il presidente Berlusconi che non sarà al fianco di amministratore delegato ed Allegri nella prima conferenza stampa della stagione. Calciomercato.it vi offrirà in diretta le loro dichiarazioni. 

GALLIANI - "La scorsa stagione ha avuto un inizio sofferto, poi c'è stata una grande cavalcata che ci ha portato fino al terzo posto. Siamo la squadra che nel 2013 ha fatto più punti, non abbiamo alcun tipo di sudditanza psicologica. Sappiamo di poter lottare per il vertice in Italia e di poter superare il playoff di Champions. Questo è il nostro obiettivo da sempre con Berlusconi: anche nel 2013/2014 vogliamo arrivare tra i primi tre in campionato e andare più avanti possibile in Champions e, visto che da dieci anni non la vinciamo, sarebbe gradita anche la coppa Italia. Berlusconi è stato con noi, ha parlato con tutti i calciatori e continua ad essere il centro di questa società. Vi assicuro che i rapporti sono buonissimi. La sua passione per il Milan è assoluta, il presidente c'è, è presente ed è tifoso appassionato di questa sua creatura. Sfoltire la rosa? Di esuberi ce ne sono pochissimi".

"Abbiamo ceduto Taiwo, vediamo cosa succederà. Abbiamo calciatori che ci rendono competitivi. Uno-due calciatori partiranno, ma tra questi non ci sarà Petagna che sostituirà Pazzini che è infortunato. Conto 26 calciatori, oltre ai ragazzi. Arrivare tra i primi tre è fondamentale per la distanza economica tra Champions ed Europa League è siderale: perciò dobbiamo sempre andare sul podio e noi lo abbiamo fatto negli ultimi cinque anni quando abbiamo fatto più punti di tutti. La nostra politica rende orgoglioso il presidente e il sottoscritto: stiamo ringiovanendo questa squadra, quest'anno abbiamo una media inferiore ai 26 anni. Ogni giocatore arrivato è più giovane di chi è andato via. Saluto con grande affetto Ambrosini e gli auguro ogni fortuna". 

ALLEGRI - "Sono contento di iniziare questa avventura per la quarta stagione consecutiva al Milan, sono onorato. Sarà una stagione difficile, come lo sono tutte con la squadra che ha una buona base di partenza. Abbiamo valutato le tre stagioni precedenti, quest'anno bisogna farsi trovar pronti il 20 agosto per superare il playoff di Champions e quindi cambieremo qualcosa".

"Modulo? Questa squadra sa giocare sia con il trequartista che con i tre davanti e cambia poco: la base di partenza sono i quattro in difesa e i tre a centrocampo, poi vedremo di volta in volta. Bisogna ripartire da dove abbiamo finito, cercando di migliorare la posizione ottenuta quest'anno. Nel 2013 abbiamo perso solo una volta a Torino con la Juventus e poi a Barcellona: tutti questi risultati consecutivi non sono casuali, ma derivano dalla crescita dei giocatori". 

GALLIANI SU SOCIETA' - "Noi non ci sentiamo in crisi, la società non è vendita. Ci adeguiamo alle richieste della Uefa: spendiamo quello che fatturiamo, devo essere bravo io ad aumentare il fatturato senza ricorrere alle tasche degli azionisti. Non è mai esistita nessuna trattativa per la cessione del club".

 




Commenta con Facebook