• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Calciomercato Botafogo, Seedorf: "Prima il titolo, poi la panchina. Ecco a chi mi ispirero'

Calciomercato Botafogo, Seedorf: "Prima il titolo, poi la panchina. Ecco a chi mi ispirero'"

Il centrocampista olandese, in passato vicino a diventare l'allenatore del Milan, ha parlato del suo futuro


Clarence Seedorf (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

07/07/2013 11:00

CALCIOMERCATO BOTAFOGO INTERVISTA SEEDORF CONTE MOURINHO MONTELLA / RIO DE JANEIRO (Brasile) - Clarence Seedorf ha rilasciato un'intervista a 'La Gazzetta Sportiva'. Ecco le dichiarazioni del centrocampista del Botafogo, accostato in passato alla panchina del Milan:

BOTAFOGO - "È sempre un piacere servire un gruppo da leader, cerco sempre di insegnare ai miei compagni la mia visione del calcio per aiutare la loro crescita e la loro carriera. C'è un gruppo stupendo e gran parte del merito va all’allenatore Oswaldo de Oliveira. Dopo anni di astinenza il Botafogo ha vinto Taca Rio, taca Guanabara e campionato carioca. Posti in bacheca per nuovi titoli? Lo spazio si trova sempre! (ride n.d.r.)".

FUTURO - "A chi mi ispirerò da allenatore? Phil Jackson e tutte le esperienze degli allenatori con i quali ho avuto a che fare nel corso della mia carriera. Sono stato fortunato visto che ho potuto lavorare con i migliori tecnici degli ultimi venti anni, a eccezione di Mourinho e Ferguson. Apprezzo anche le idee calcistiche che stanno sviluppando Montella, Conte e Klopp. Cercherò di insegnare un 'calcio totale'. Un mix di possesso palla olandese, movimenti d’attacco spagnoli, qualità difensive italiane combinate alla mentalità orientata al risultato e creatività e velocità brasiliane".

CONSIGLI - "Il brasiliano che mi ha impressionato di più è certamente Neymar, ma anche Bernard dell’Atletico Mineiro. C’è generalmente anche una buona scuola di difensori".




Commenta con Facebook