• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calciomercato, Speciale Talenti dall'est: Jedvaj-Halilovic al Tottenham, Perica piace al Milan

Calciomercato, Speciale Talenti dall'est: Jedvaj-Halilovic al Tottenham, Perica piace al Milan

Trattative e situazioni di mercato sui migliori prospetti di Croazia, Romania, Bulgaria, Serbia e Slovenia


Alen Halilovic (Getty Images)
Hervé Sacchi

02/07/2013 13:13

CALCIOMERCATO SPECIALE TALENTI DALL'EST SLOVENIA SERBIA CROAZIA ROMANIA BULGARIA / ROMA - Il mercato dei giovani non è più una novità. I pochi soldi che girano nelle casse delle società di Serie A costringono a ragionamenti importanti sulle spese e, specialmente, sugli investimenti. Di campioni ne arrivano pochi. Meglio quindi farseli in casa o, in caso contrario, scovare giovani promesse dal sicuro avvenire. I Paesi dell'est europeo costituiscono terre rigogliose, in tal senso. Molte squadre, come la Stella Rossa Belgrado, hanno problemi societari e necessitano di vendere i propri pezzi pregiati. Anche in Croazia, il mercato può offrire buoni spunti anche se la bottega della Dinamo Zagabria è diventata, oramai, una gioielleria molto cara. Ma andiamo a riepilogare i protagonisti del mercato dell'est.

STIPE PERICA (17, Zadar) - E' uno dei nomi usciti nelle ultime ore. Il centravanti croato ha terminato da poco la sua prima stagione da professionista, con 20 partite all'attivo e 8 gol. Compirà 18 anni la prossima settimana nel fine settimana. Possiede una struttura importante (192 cm) e interpreta alla perfezione il ruolo di rapinatore d'area. Piace al Milan, che lo sta seguendo attivamente. 

TIN JEDVAJ (18, Dinamo Zagabria) - Altro classe 1995 del quale si è parlato molto, e bene, nelle ultime settimane. Sembrava ad un passo dalla Roma, ma alla fine l'affare è saltato. E ora, il difensore centrale croato è pronto a vestire la maglia del Tottenham che, secondo la stampa inglese, è vicina a definire il suo acquisto.

ALEN HALILOVIC (17, Dinamo Zagabria) - Il pacchetto ordinato a White Hart Lane comprende anche l'erede classe 1996 di Modric, del quale vi abbiamo già raccontato parlato negli scorsi mesi. Il Tottenham verserà complessivamente 20 milioni di euro per entrambi i giocatori. Un affare interessante per costruire l'imminente futuro.

SIME VRSALJKO
(21, Dinamo Zagabria) - E' un altro dei ragazzi maggiormente promettenti che la Dinamo Zagabria ha sfornato di recente. Già al seguito della Nazionale maggiore durante gli ultimi Europei di Polonia e Ucraina, il terzino destro classe 1992 è stato seguito attivamente da Inter e Manchester United. Gli inglesi hanno manifestato da tempo il loro interesse ma l'operazione è, al momento, congelata.

JOSIP ELEZ (19, Hajduk Spalato) - Situazione congelata per il difensore che tanto piace alla Lazio. Il club croato non ha ancora accettato l'offerta proposta dai capitolini che già hanno il parere positivo del diretto interessato (clicca qui per le indiscrezioni esclusive sullo stato della trattativa). Di Elez si parla un gran bene. Difensore tecnico, può risultare un pezzo interessante da inserire nel pacchetto difensivo.

VLAD CHIRICHES
(23, Steaua Bucarest) - Oramai si parla di lui da un paio d'anni. La Steaua pretende soldi per lasciar partire questo interessantissimo difensore. Corteggiato dal Milan, il quale ha tentato più volte l'approccio, Chiriches rimane un obiettivo, ma non completamente alla portata. Come riferito in passato dal suo agente Becali, la Steaua ha già detto no ad un'offerta da 7 milioni di euro.

GABRIEL IANCU (19, Steaua Bucarest) - Strappato al Viitorul Constanta nello scorso mercato di gennaio (dopo una prima metà di stagione davvero interessante), il gioiello rumeno non ha avuto egual fortuna nel restante periodo dell'annata. E' un altro giocatore da monitorare con attenzione. Al momento non risulta esserci interesse da parte dei club italiani.

MIHAI BALASA (18, Viitorul Constanta) - Nel precedente club di Iancu, gioca ancora questo promettente difensore centrale che, al contrario dell'ex compagno di squadra, ha diverse richieste dall'Italia: l'Inter e il Verona lo hanno seguito, ma anche Bologna, Napoli e Sampdoria hanno chiesto informazioni al club rumeno. Da non sottovalutare il suo possibile ingaggio nelle prossime settimane.

GEORGI MILANOV (21, Litex Lovech) - Messosi in luce nel match di qualificazione ai Mondiali contro l'Italia, il trequartista bulgaro è un altro nome ancora poco battuto. Difficile un suo trasferimento in Italia, anche perché il Litex Lovech non fa sconti.

UROS DJURDJEVIC (19, Rad Belgrado) - Ha chiuso l'ultima stagione con 9 gol all'attivo in 23 gare. Non male per la prima punta del Rad che attende una chiamata tale da garantirgli il salto di qualità.

NIKOLA MAKSIMOVIC (21, Stella Rossa Belgrado) - Dopo aver già piazzato Filip Jankovic al Parma, Uros Spajic al Tolosa e Veljko Simic al Basilea, il club serbo attende l'evolversi della situazione legata al suo promettente difensore Maksimovic. In Italia piace al Napoli, il quale deve vedersela con i club di Mosca: Spartak, CSKA e Dinamo potrebbero dare vita ad un'asta. La Stella Rossa, in crisi finanziaria, non spera altro.

ANDRAZ SPORAR
(19, Olimpia Lubiana) - Scarseggiano in entrata i talenti sloveni. Dopo i botti degli scorsi anni, vale comunque la pena tener d'occhio la situazione. In particolar modo questo attaccante reduce dalla sua prima annata, contraddistinta da 11 gol in 28 partite. Piace a Sampdoria e Chievo, ma attenzione alle concorrenti tedesche (Amburgo e Stoccarda) e croate (Dinamo Zagabria). 

MATEJ PALCIC
(20, Luka Koper) - Giocatore polivalente che spazia lungo la fascia destra (difensiva e offensiva) del campo e, all'occorrenza, può ricoprire il ruolo maggiormente fantasioso di trequartista. Piace alle italiane, in particolar modo al Chievo che tenterebbe un'operazione congiunta col Crotone. Torino e Catania vestono i ruoli di principali contendenti.




Commenta con Facebook