• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > CONFEDERATIONS STARS: Fred, il bomber silenzioso

CONFEDERATIONS STARS: Fred, il bomber silenzioso

Rubrica dedicata alle stelle della kermesse brasiliana


Fred (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

01/07/2013 14:37

CALCIO CONFEDERATIONS CUP BRASILE FRED SCOLARI / ROMA- Con questa rubrica sulla Confederations Cup 2013, conclusasi ieri con la vittoria del Brasile, approfondiamo ed analizziamo il torneo di Fred. Il centravanti carioca infatti è stato la vera sorpresa del torneo, andando a segno per ben 5 volte laureandosi capocannoniere insieme a Fernando Torres.

BIOGRAFIA E CARATTERISTICHE TECNICHE- Frederico Chaves Guedes, meglio noto come Fred, nasce a Teofilo Otoni, in Brasile, il 3 ottobre del 1983. Centravanti vecchio stampo è dotato di buona tecnica e di un fisico che gli permette di far salire la squadra ed aprire spazi per i compagni più arretrati oltre che di effettuare un super lavoro tattico molto apprezzato dai suoi allenatori. Comincia nell'America Mineiro per poi esplodere nel Cruzeiro. In Europa lo accoglie il Lione con cui vince molto ma che alla lunga dimostra di non credere in lui. Torna in patria al Fluminense con cui rinasce e vince 2 campionati da protagonista.

FRED E LA NAZIONALE- Fred esordisce in nazionale nel 2005 sotto la gestione di Carlos Parreira. Prende parte alla spedizione per i mondiali tedeschi del 2006 dove riesce anche a segnare una rete nella partita vinta con l'Australia. Vince la Coppa America del 2007 (senza scendere in campo per infortunio) salvo poi sparire dal giro per oltre 3 anni. Nel 2011 rientra nella 'Seleçao' grazie a Mano Menezes. Gioca la Coppa America 2011 e diventa sempre più una pedina fondamentale per lo scacchiere brasiliano. L'investitura definitiva arriva a quasi 30 anni grazie Felipe Scolari, che lo preferisce a giocatori come Leandro Damiao e Pato.

CONFEDERATIONS CUP 2013- Come detto, Felipe Scolari non ha dubbi e per la Confederations Cup da giocare (e possibilmente vincere) in casa gli consegna la maglietta numero 9 ed i gradi da titolare. Fred lo ripaga con un lavoro tattico prezioso e sfiancante e soprattutto con 5 gol, che contribuiscono a sollevare il trofeo al 'Maracanà'. Il centravanti del Fluminense segna in tutte le maniere: di rapina, di potenza, di astuzia e con giocate da grande campione. Una seconda giovinezza per lui che, per i mondiali 2014, avverte i più quotati Leandro Damiao e Pato: la 'camiseta' numero 9 adesso è sua.

 




Commenta con Facebook